Archive for novembre 2007

Fieracavalli 2007

12/11/2007

Ieri si è conclusa Fieracavalli, il più importante evento italiano per chi ama il cavallo. Fieracavalli offre sempre moltissime novità per quanto riguarda l’attrezzatura e il rapporto migliore da avere col proprio cavallo. Lo spettacolo (che io seguo maggiormente volentieri ogni anno) più interessante per noi amici del cavallo, è sicuramente quello in cui insegnano la doma dolce del cavallo.. permettendo poi di cavalcarlo senza alcuna costrizione fisica o psicologica: senza fruste, speroni, briglie o morsi. Senza alcun uso della forza o prendendo il cavallo per gola. Semplicemente condividendo con lui il vostro amore, fatto di attenzioni, carezze e tempo da dedicargli.
Sperando in un futuro migliore per i nostri amici con gli zoccoli.. vi mostro le foto migliori che ho fatto alla fiera. In ordine, potete vedere:
uno stallone arabo assolutamente splendido – dei lipizzani mentre aspettano di entrare in un padiglione – un arabo durante una monta western – un meraviglioso frisone – un quarter addestrato con doma dolce che passeggia tranquillamente con una bambina (se volesse la potrebbe buttare a terra in un nanosecondo, in quanto non è la sua padroncina) – due foto di un cavallo montato senza staffe e senza alcun finimento – un cavallo mentre gioca col suo addestratore completamente libero, senza costrizione alcuna di rimanergli vicino (ciò che ha in mano la persona faccio notare che non è una frusta, ma una corda con cui indica semplicemente al cavallo cosa vorrebbe che facesse. Ripeto: senza alcuna costrizione fisica! Se il cavallo non lo dovesse ascoltare non vi sarebbe assolutamente alcuna punizione!!).

Stallone arabo okanimali

Lipizzano okanimali

arabo western okanimali

 Frisone okanimali

doma dolce bimba okanimali

 senza finimenti 2 okanimali

senza finimenti okanimali

doma dolce okanimali

Annunci

Grazie a tutti!!

12/11/2007

16.000 visite okanimali

[2° AGGIORNAMENTO] su Natividad, il cane esposto e lasciato morire di fame

07/11/2007

Copio e incollo direttamente dal sito dell’OIPA, che si è attivata per il caso di Natividad:

«Appena terminata, la “Bienal Costaricense de Artes Visuales” (Bienarte) del 2007, si trova in mezzo alle polemiche e alle proteste delle associazioni animaliste di tutto il mondo.
L’evento tradizionalmente propone una serie di opere e premia 6 degli artisti partecipanti con il diritto di rappresentare il Paese alla “Bienal Centroamericana” che si terrà in Honduras nel 2008.
Guillermo Vargas, il quale ha messo in mostra un cane randagio legato in un angolo della sala è uno tra gli artisti che quest’anno sono stati premiati.
Guillermo Vargas artista costaricano, conosciuto col soprannome di Habakkuk, ha suscitato le ire di associazioni animaliste e di cittadini di ogni parte del mondo a seguito della morte del cane randagio conosciuto col nome di Nativity esposto alla galleria di Managua.
I visitatori della galleria si sono trovati davanti agli occhi: un cane denutrito, affamato, legato in un angolo della stanza, senza cibo e senza acqua, sulla parete il titolo dell’opera “Sei quello che leggi”, composta utilizzando crocchette per cani.
Questa “opera d’arte” aveva lo scopo di testimoniare l’indifferenza dell’essere umano nei confronti di altri esseri viventi. Il cane è morto il giorno seguente a quello in cui sono state scattate le foto, notizia confermata da Leonor Gonzalez, editore del supplemento culturale di La Prensa in Nicaragua.
Habakkuk ha affermato che il suo lavoro è un tributo a Natividad Canda, nicaraguense morto a seguito di un attacco di 2 Rottweiler durante un workshop a Carthage.
In un’intervista rilasciata a la Nación, lo pseudoartista ha dichiarato: “La cosa importante per me è stata l’ipocrisia della gente. Le persone si sono mostrate sensibili con Natividad Canda solo dopo che è stato attaccato del cane. Prendo quello che vedo: lo stesso vale per il cane, ora è più vivo che mai, considerando che si continua a parlare di lui”, ma alla domanda se avesse dato cibo al cane, non vi è stata alcuna risposta, solo silenzio.
Lo pseudoartista ci spiega il suo lavoro: “Salve a tutti. Il mio nome è Guillermo Habacuc Vargas. Ho 50 anni e sono un artista. Recentemente sono stato criticato per il mio lavoro intitolato “Sei quello che leggi” raffigurante un cane chiamato Nativity. Lo scopo del lavoro non era causare sofferenza alla povera innocente creatura, bensì illustrare un problema. Nella mia città natale San Jose, Costa Rica, decine di migliaia di randagi muoiono di fame e malattia e nessuno gli dedica attenzioni. Ora, se pubblicamente mostri una di queste creature morte di fame, come nel caso di Nativity, ciò crea  un ritorno che evidenzia una grande ipocrisia in tutti noi. Nativity era una creatura fragile e sarebbe morta comunque su una strada”.
La battaglia che è stata portata avanti, a livello internazionale, era rivolta agli organizzatori della Biennale Centroamericana, affinché non  ammettessero questo “artista” all’edizione del prossimo anno.
Dopo che un rappresentante della Biennale ha contattato Vargas, mediante lettera scritta, per esprimere il suo sconcerto riguardo la pubblicità negativa ricevuta da “Sei quello che leggi” e nella stessa lettera è stata messa in dubbio la legittimità dell’ammissione come eccellente artista e rappresentate, l’uomo ha chiesto pubblicamente scusa e promesso che non riproporrà mai più simili progetti. Vargas, in un comunicato diffuso via web afferma che “Sei quello che leggi” non verrà più chiamata “opera d’arte”, in segno di rispetto verso quanti si sono sentiti offesi, ha ammesso l’errore commesso ed affermato che avrebbe dovuto salvare il cane invece di lasciarlo morire. Chiede a tutti di accettare le sue scuse.
Far soffrire e uccidere un cane lasciandolo morire di fame per far comprendere un problema come quello del randagismo è certamente un modo perverso per informare l’opinione pubblica – dichiara Massimo Comparotto, Presidente dell’OIPA Italia – In verità quest’opera “artistica” è solo l’ennesimo esecrabile squallido tentativo per far parlare di sé e per riempire una galleria d’arte.
Jose Morales, vice Presidente del “Special Unit for Animal Protection and Rescue” ha commentato: “Il cane è stato legato senza cibo, non capisco come ciò possa essere considerato arte”.
Raymond Schnog, Presidente della “Humanitarian Association for Animal Protection”, ha condannato l’atto definendolo pura crudeltà, “non comprendo come un animale possa essere stato lasciato morire di fame sul suolo mentre una frase sulle pareti era stata composta usando cibo”.
Queste organizzazioni stanno studiando il caso per presentare un ricorso davanti al tribunale locale.
Sono state oltre 150.000 le persone che da tutto il mondo, in pochissimi giorni hanno scritto alle autorità locali, alla Biennale ed alla galleria per esprimere la disapprovazione verso quella che non può essere certo considerata un’opera d’arte.
L’OIPA ringrazia tutti coloro che hanno firmato l’appello, contribuendo ad ottenere un importante risultato, nella speranza che un episodio come questo non debba mai più ripetersi.

Paola Ghidotti
OIPA International Campaigns Director»

[Roma] Cerca casa: Calimero, cagnolino di tg piccola tutto nero

06/11/2007
Ciao mi chiamo Calimero detto anche Tremolino sono stato portato al canile perché mi hanno investito. Ho qualche ferita sul corpo ma nulla di grave. Sono così triste perchè nessuno mi vuole. Forse perché sono piccolo e nero? Non ti fermare all’ apparenza……… Potrò darti tanto amore in cambio di una carezza!!!!! Taglia piccola, kg 5, circa 7 anni
Rif 1491 entrato 11/09/06

Aggiornamento: Riportato in canile

Image Hosted by ImageShack.us

Image Hosted by ImageShack.us

——————————————————————————

Vi prego di far cirolare questo annuncio.. si tratta di un cagnolino che si trova a Roma, di una certa età, che era stato adottato qualche mese fa e adesso è stato riportato in canile da coloro che lo avrebbero dovuto accudire.. Ogni commento è superfluo.. almeno così risparmiamo un pò di fiato.. vi chiedo gentilmente solo di inoltrare l’appello e diffondere così com’è al fine di dare maggiore visibilità possibile a questo piccoletto che da anni cerca qualcuno che si occupi di lui.. SERIAMENTE. Grazie.

—————————————————————

Grazie Martina (Piciola85) per averci informato dell’esistenza di Calimero. Forza gente.. ci sarà qualcuno al mondo che avrebbe voglia di un cagnolino di taglia piccola e anzianotto, no??

[Tutta Italia] Cerca casa: Olivia, 6 anni… tutti passati in canile

06/11/2007

Olivia…. 6 anni di gabbia, 6 anni senza conoscere un pò d’amore, 6 anni senza conoscere la vera luce, 6 anni senza avere una carezza…..6 anni….
non vi sembra un pò troppo per una condanna per chi è innocente? non vi sembra un pò troppo per chi ha avuto la sfortuna di conoscere solo il male?????

PER OLIVIA IL 26/10/07 SONO STATE APERTE LE PORTE DELLA SUA GABBIA… ORA E’ IN CLINICA…

Che dire di Olivia… una dolcezza infinita… cammina e ti guarda… non  stacca mai gli occhi  … … quegli occhi increduli,  sembra che ogni attimo ti chieda "ma davvero sono fuori da li’? ma davvero esiste anche questo nel mondo?".

OLIVIA NELLA SUA VITA HA VISTO SOLO IL CANILE!!!! NIENT’ALTRO CHE SBARRE… IL SUO MONDO, FINO AD OGGI, ERA  UNA MISERA GABBIA..

ci è stata segnalata perchè deperiva giorno dopo giorno, il suo pelo si era trasformato in un vecchio piumino di casa, il suo sguardo si stava spegnendo e quella luce di speranza che era in lei, aveva fatto posto alla malinconia…Olivia….Olivia ha la leishmania e sappiamo tutti che questa malattia, se non viene curata, porta alla morte ma, noi le ridaremo la vita, noi le ridaremo la luce, noi trasformeremo quel piumino in un bellissimo cane, Olivia è bella, Olivia è dolce, Olivia ha un cuore vuoto, nessuno l’ha mai amata ….nessuno…..ma noi, noi le abbiamo promesso di lottare con lei e …..ci riusciremo, vero ragazze che ci riusciremo?????
Olivia verrà curata ma, la vera medicina sarà l’amore, l’amore di chi è pronto  a dargli una casa.

Olivia, peso 7kg (il suo peso ideale sarebbe di 11), età 5/6 anni è a Roma ma per lei non ci saranno confini, perchè l’amore non ha distanze….

www.aiutiamofido.org

Olivia cerca casa

olivia cerca casa.. foto di ottobre

[PD] Cercano casa insieme: due micini ciechi in un occhietto

06/11/2007

Sono maschietto certosino e femmina bianca e grigia, entrambi già sterilizzati e vaccinati.
I gattini sono molto buoni e affettuosi ed estremamente legati l’uno all’altra. E’ impossibile separarli. Insieme hanno affrontato le difficoltà della vita, compresa la parziale cecità.
Entrambi ci vedono da un occhietto solo.

E’ per questo che cerchiamo una "famiglia" speciale che li possa accogliere entrambi e accettarli nella loro diversità.

 
Cerchiamo per loro una situazione protetta dato il loro problema di vista, quindi sarebbe più idoneo l’appartamento e una vita all’interno delle mura domestiche.
 
Solo persone affidabili, veri amanti animali e rispettosi delle leggi che tutelano gli animali. Firma foglio di adozione e disponibilità a controlli pre e soprattutto post adozione.
ENPA (PD)

gattini in cerca di adozione

Comunicazioni di servizio: LEGGERE ATTENTAMENTE!!!

05/11/2007

 Come interagire con noi:

Tramite e-mail:
all’indirizzo okanimali@yahoo.it

Scrivendoci qualsiasi cosa: critiche, suggerimenti, informazioni che hai letto da qualche parte sugli animali, aggiornamenti, curiosità, domande, articoli scritti da voi come approfondimento sugli animali che conoscete (saranno poi valutati per una futura pubblicazione sul blog).

Tramite commento o tagboard:
Per i messaggi più immediati. Per scriverci un saluto o cosa pensate dei post pubblicati.

Tramite forum:
Il forum serve ad approfondire argomenti trattati nel blog, per avere consigli su come accudire al meglio i vostri piccoli amici, per conoscerci meglio, per dare consigli alle persone che non sanno cosa fare coi loro animali.
Ma soprattutto per risolvere i vostri problemi coi vostri animali.. quindi se avete domande tipo: "come si tiene un pesce rosso?"; "cosa vuol dire se il mio cane scava continuamente?"; "perchè il mio gatto ha zone di pelle senza pelo?" scrivete sul forum.
 

 Cosa fare per adottare uno dei cani pubblicati:

Scrivici un commento o mandaci una mail all’indirizzo okanimali@yahoo.it specificando quale cane ti piacerebbe prendere o specificando che tipo di cane stai cercando.
Ti ricontatteremo al più presto, scrivendoti tutte le informazioni per contattare il volontario o l’associazione che attualmente tiene il cane che ti può interessare (i dati dei volontari non vengono pubblicati per semplici motivi di privacy).
La richiesta di informazioni non implica che poi dovrete necessariamente prendere il cane: con informazioni aggiuntive potete valutare nel modo migliore se il cane fa per voi o meno.
Può succedere che il cane che avete scelto sia già stato adottato (questo può succedere soprattutto coi cuccioli), e che purtroppo noi non ne eravamo a conoscenza.
Per l’adozione definitiva o per l’affido temporaneo verranno fatti firmare dei moduli pre-adozione che attestano la vostra volontà nel cercare di garantire all’animale una vita degna, in cui vi impegnerete a garantirgli almeno la soddisfazione dei bisogni primari.
Non verranno dati cani a persone che intendono tenerli in piccoli box, a catena, per la guardia o per la caccia. Bisogna dare inoltre la disponibilità a probabili controlli pre e post adozione.

 Come far parte degli amici del blog:

Qualunque animale può fare parte degli amici del nostro blog.. anche se non ne siete i legittimi proprietari (a patto che il proprietario sia d’accordo alla pubblicazione della sua foto). Per farne parte basta mandare una foto dell’animale a questo indirizzo e-mail: okanimali@yahoo.it
Siete pregati di specificare il nome dell’animale, il nome (o nick) del proprietario con relativo sito internet (se ce l’ha).
L’invio delle foto implicano automaticamente l’autorizzazione alla pubblicazione nel blog.

 Come aiutarci:

Chiunque può aiutare gli animali e anche il nostro sito.
Per aiutare gli animali basta firmare le petizioni e le proteste, spargendone il più possibile la voce. Oppure cercando adozione ai cani e gatti in cerca di casa, dando priorità ai casi più urgenti.
Inoltre, se avete un sito o partecipate a qualche forum, vi prego di linkare il nostri sito o le slide (che creiamo spesso) con le foto degli animali in cerca di adozione (generalmente potete trovare i codici nella categoria "iniziative").
Per aiutare il nostro sito puoi lasciare un commento, o mandarci qualche e-mail per collaborare attivamente con articoli o qualunque cosa trovi sul web (attenzione al copyright! Citate sempre la fonte) che riguardi gli animali. Oppure partecipando attivamente sul nostro
forum.
Infine, puoi votare il nostro sito cliccando sui banner nella colonna di sinistra.

[AGGIORNAMENTO] Il canile di Statte: necessita di tantissimo aiuto

05/11/2007

Continua la battaglia della polizia ecozoofila. Cliccate qui per vedere l’appello precedente.

CORPO POLIZIA ECOZOOFILA A.U.D. centrale operativa
24/24 telefono 349 84 59 330 – mail:
comando@poliziaecozoofila.info
UNIONE DEMOCRATICA ASSOCIAZIONE NO-PROFIT O.N.LUS
LA TARENTUM 2000 GETTA LA SPUGNA

Siamo stati informati da due fonti attendibili che R.Russo gestore del canile di Statte è disposto a rinunciare ad occuparsi ancora del canile e di animali e vorrebbe che il Corpo Polizia Ecozoofila lo prendesse in consegna; stiamo attendendo la lettera ufficiale che permetterebbe, ASL e Comune consenzienti, di iniziare a risolvere l’emergenza.
In questo ponte, anche se si è sospeso con dispiacere l’aiuto diretto agli animali per costringere la politica ad affrontare il problema, non siamo stati fermi.
Il Maggiore Rocco Milano, delegato ai rapporti con le Istituzioni nazionali ed il Capitano Vito Rotolo delegato ai rapporti con le Istituzioni per la regione Puglia lo hanno dedicato a promuovere incontri con rappresentanti del Comune di Taranto, della Provincia e della Regione per pervenire ad una presa di posizione atta a definire l’emergenza di Statte.
Il Commissariato Roma e quello di Napoli e Salerno stanno organizzando una 2^ missione.
Anche la nostra Centrale Operativa ha operato per definire la strategia d’intervento operativo non appena verranno rilasciate le opportune autorizzazioni dalle Autorità  preposte.
Ad oggi sono pervenuti preavvisi per circa 1600 euro di donazioni, ma possiamo avere il riscontro contabile solo per 800 euro, per gli altri dobbiamo aspettare la documentazione postale; T.R. ha versato
direttamente 150 euro.
Oltre a quanto già  portato, raccolto da privati, si è provveduto all’invio di 16 ql donati dalla Pet Life e con trasporto pagato dai volontari di Alessandria; abbiamo disponibilità  di circa 60 ql di viveri di 2 società  alimentari ed un altra ha preannunciato il suo interessamento, da trasportare a Taranto al centro raccolta e sono preannunciate altre raccolte in diverse città; 8 gruppi di volontari hanno dato una disponibilità  di alcuni giorni di presenza; abbiamo ricevuto 37 mail di sostegno e di ringraziamento; si è risposto a 63
messaggi di richiesta di maggiori informazioni; esistono 4 richieste di adozione; siamo in contatto con una ventina di giornalisti della carta stampata e delle televisioni; sono state emesse oltre 90 comunicazioni
scritte di servizio interno ; abbiamo, ad oggi, subito costi telefonici per circa 900 euro oltre ai trasporti, pasti e pernottamenti ed abbiamo messo a disposizione gratuitamente oltre 400 ore lavorative dei nostri
volontari e professionisti.
Alcune Associazioni hanno dato la loro disponibilità  ad una collaborazione attiva e con Gian Marco Prampolini, presidente della LEAL lega antivivisezionista: sarà emesso un comunicato congiunto che
ratifica le sinergie tra Leal e Corpo Polizia Ecozoofila.
Anche alcune fondazioni estere sono state allertate e giornali inglesi, svizzeri e tedeschi stanno informando i loro lettori.
Ma tutto questo non basta; necessita vincere questa battaglia contro il tempo, ricordare alle Istituzioni che la Suprema Corte ha sancito che gli animali sono esseri senzienti e che devono essere tutelati: che i
proprietari di un animale (leggi non solo privato ma anche municipalità ) devono prestare a loro le stesse attenzioni che si prestano ad un minore!!!! e che si risponde per il reato di maltrattamento, oltre per quanto già  citato, anche se non sono etologicamente tenuti, specie per viveri, cure veterinarie ed ambiente.
Ricordiamo che il nostro intervento (30-40 giorni massimo) prevede una preventiva bonifica sanitaria di parte della struttura; la visita veterinaria e le analisi; a seguito della prescrizione, la somministrazione di farmaci e dieta adeguata; la tosatura ed il trattamento antiparassitario dell’animale prima di immetterlo nella zona bonificata.
Dopo questa prima fase, devono intervenire professionisti comportamentali per bilanciare la distribuzione nei box e per cercare di ridurre i traumi psicologici; solo in seguito sarà possibile suddividere gli animali in 3 categorie: gli adottabili, i geriatrici e quelli destinati ad una reclusione forzata a vita.
Sono tempi brevissimi, ma servono all’Amministrazione Comunale per regolarizzare il canile ed affidarlo ad un’ Associazione di volontariato che operi gestionalmente secondo i protocolli che forniremo.

Rinnoviamo i nostri appelli:
necessitano viveri e medicinali;
necessitano volontari professionali e veterinari;
necessitano disponibilità  finanziarie;
necessitano ambulanze, clinica mobile, furgoni ed un fuoristrada anche usati;
soprattutto necessitano adozioni non solo di cani affidabili, ma per quelli malati ed anziani;
preghiamo di comunicare alla nostra sede ogni tipo di aiuto per renderlo trasparente e di richiedere, se desiderato, la dichiarazione per l’esenzione fiscale che potremo rilasciare in quanto ONLUS.

I nostri recapiti sono a disposizione di chiunque voglia informazioni o meglio partecipare e/o allearsi con noi affinchè sia possibile dimostrare che il trinomio volontariato/impresa/stato è in grado di
risanare le strutture fatiscenti ed intervenire sul territorio limitando le nascite obbligando alla sterilizzazione di maschi e femmine; vietare la vendita ambulante di cuccioli e limitare la vendita agli allevamenti ENCI; proibire ai privati di avere più di tre animali da compagnia e solo se bentenuti; vietare la riproduzione amatoriale se non si è certi di poter assegnare i cuccioli gratuitamente con impegno scritto ad amici.
Anche i regolamenti comunali devono essere riscritti con sanzioni elevate contro ogni illecito e reato e devono essere destinate solo per coprire i costi degli interventi e non costituire una rendita per impieghi clientelari amministrativi.
Siamo a disposizione degli Enti Locali per consulenze ed operatività  convenzionata; per le F.O. mettiamo a disposizione gratuitamente normativa e consulenza di P.G.
Ringraziamo chi ha fornito ogni tipo di aiuto e chi sarà disponibile a fornirlo; non è un battaglia solo nostra, ma di chiunque ritenga che la biodiversità  debba essere rispettata come patrimonio universale.

P.S. la nostra Organizzazione si è specializzata nel Pronto Intervento e lo sta facendo per le gravi emergenze, non siamo ancora attrezzati per gli affidi che deleghiamo al volontariato di altre Organizzazioni o indipendente

Elio, il nuovo amico del blog

02/11/2007

Vi presento il nuovo meraviglioso amico del nostro blog!!! Si chiama Elio ed è di PiccolaLuise. Non è stupendo??!

Image Hosted by ImageShack.us

[BG] Cercano casa: Omero e Fedro, cani anziani : adozioni del cuore!

02/11/2007
 OMERO, meticcio maschio taglia grande, colore nero, 11 anni circa, dopo 9 anni di canile si è RASSEGNATO, basta guardare gli occhi per sentire la sua rassegnazione e la sua tristezza.
E’ in canile dal 05/08/1998, senza mai uscire, mai una passeggiata, i suoi occhi ci dicono il suo dolore. Aiutiamolo

FEDRO questo dolcissimo nonnino di 12 anni taglia medio piccola bianco e grigio, si trova dietro le sbarre da 10 anni, ma ci rendiamo conto cosa vogliono dire 3650 giorni di solitudine e tristezza, soli dietro le sbarre? Io spero solo che qualcuno abbia il cuore per fargli conoscere prima della morte una carezza, una casa, una ciotola di pappa morbida per i suoi dentini ormai usurati e una copertina contro il freddo. Il canile dove si trova Fedro è un canile in mezzo alle colline dimenticato da tutti, dove neppure i volontari vanno, nessuno li porta mai fuori dal box o in passeggiata, mai, neppure una volta, e lui è là da 10 anni, senza conoscere la dolcezza del sole sulla pelle, dell’erba, di una carezza che arrivi per lui. Fedro non ce la fa più, trema, vi prego salviamolo. 

Per contatti: ROBERTA
e-mail: roberta.pe@tiscali.it

Free Image Hosting at www.ImageShack.us  Free Image Hosting at www.ImageShack.us (clicca x ingrandire)