Archive for dicembre 2010

Capodanno : come proteggere gli animali dai botti

30/12/2010

Vietare petardi e fuochi d'artificio per la notte di Capodanno.
È questa la proposta della LAV rivolta a tutti i sindaci d'Italia, inviati a limitare il più possibile l'uso di botti e affini nel territorio comunale a tutela, oltre delle persone, anche degli animali.
A tal fine, l'associazione ha suggerito ai Comuni l'emanazione di un'ordinanza per tutelare l'incolumità di cani, gatti e animali domestici, che in occasioni come il Capodanno rischiano la vita. Questi ultimi, avendo un udito più sviluppato rispetto al nostro, percepiscono i rumori molto più di noi, e ciò provoca loro condizioni di panico, inducendoli talvolta a reazioni istintive e incontrollate, come gettarsi nel vuoto, divincolarsi per strappare la catena, scavalcare recinzioni e fuggire in strada, costituendo un rischio anche per le persone.
E per evitare questo massacro, che ogni anno si ripete, la LAV ha diffuso un decalogo, facendo appello al buon senso e alla responsabilità dei cittadini.

Ecco i consigli da seguire per proteggere gli animali:
– non lasciate che i cani affrontino in solitudine le loro paure e togliete ogni oggetto contro il quale, sbattendo, potrebbero procurarsi ferite;
– evitate di lasciarli all'aperto: la paura fa compiere loro gesti imprevedibili, il primo dei quali è la fuga;
– non teneteli legati alla catena perché potrebbero strangolarsi;
– non lasciateli sul balcone perché potrebbero gettarsi nel vuoto; * dotateli di tutti gli elementi identificativi possibili (oltre al microchip, medaglietta con un recapito);
– se si nascondono in un luogo della casa, lasciateli tranquilli: considerano sicuro il loro rifugio;
– cercate di minimizzare l'effetto dei botti tenendo accese radio o TV;
– prestate attenzione anche agli animali in gabbia e non teneteli sui balconi;
– nei casi di animali anziani, cardiopatici e/o particolarmente sensibili allo stress dei rumori rivolgersi con anticipo al proprio veterinario di fiducia;
– se l’animale scompare presentate subito una denuncia di smarrimento, e seguire i consigli riportati alla pagina "cosa fare se…".

Ilaria Innocenti, responsabile LAV settore cani e gatti, ha commentato: “Ogni anno sono tantissime le segnalazioni di cani smarriti dopo Capodanno e numerosissimi gli ingressi nei canili, soprattutto di cani e gatti investiti dalle automobili, oltre, purtroppo, agli animali morti in seguito alla fuga dovuta al panico che si scatena in loro a seguito delle esplosioni”.

Francesca M. Mancuso

fonte : http://greenme.it/

e con queste utili informazioni io ed Aleti porgiamo tantissimi Auguri di Buon 2011 a voi ed a tutti i vostri a-mici a 4 zampe !

Annunci

Buon Natale a tutti

23/12/2010

Auguri di Buon Natale da Aleti e da Fioredicollina a tutti gli amici del blog, a coloro che passano di qua, ma soprattutto a chi ama e rispetta gli animali: lo stesso Presepe ci ricorda che proprio un bue ed un asinello riscaldarono Gesù Bambino e i primi ad accorrere furono proprio i pastori con le loro pecore….

A MILANO BLITZ ANIMALISTA: NO PELLICCE, SI FESTE

22/12/2010

20 dicembre 2010 – Un gruppo di ragazze aderenti a Gaia Onlus si è introdotto nella pellicceria “Annabella” di Via Montenapoleone, strada affollata dallo shopping natalizio, affiggendo cartelli e ammanettandosi alla scala interna del negozio.
Le attiviste animaliste, hanno inscenato la protesta all’interno del negozio con le mani sporcate di rosso sangue e affiggendo sulle vetrate alcuni cartelli che recitavano “Blood of Fur”, “Pellicce uguale morte”, “Stop fur”, “Christmas of blood”, “Basta pellicce”.
Il gruppo animalista, circa una decina di persone, era guidato dal Presidente di Gaia Onlus, Edgar Meyer, dalla responsabile campagne di Gaia, Cristina Donati e da Mario Righi, storico ambientalista milanese. Al Grup po di manifestanti si è aggiunto anche Stefano Apuzzo, Presidente di Amici della Terra Lombardia. All’interno del negozio si sono ammanettate e incatenate alla scala di “Annabella”, oltre a Cristina Donati, Valentina Bertolotti e Simona Volo.
Mentre le ragazze si trovavano all’interno del negozio di “Annabella”, sul marciapiedi antistante un gruppo di attivisti svolgeva un presidio e un volantinaggio di sensibilizzazione sul massacro degli animali da pelliccia. L’intervento delle forze dell’ordine (Polizia, Digos e Carabinieri) ha posto fine alla pacifica occupazione del negozio, allontanando di peso le ragazze di Gaia. “Per una pelliccia di visone si squartano 30 visoni, per una volpe si am mazzano 20 volpi, per una di ermellino si massacrano 200 animali. Come si può pensare che indossare una pelliccia sia elegante? E’ un capo volgare, ricco solo di dolore, sangue e morte.
Le alternative calde, di moda e più eleganti ci sono: cappotti di lana, pellicce ecologiche e tanti altri tessuti”, ha dichiarato Meyer.
Per info: http://www.gaiaitalia.it

Vogliamo un circo senza animali: firma la petizione !

17/12/2010

Sono ancora 2mila gli animali usati nelle esibizioni circensi in Italia secondo dati estratti dall’ultima indagine a cura della LAV, ma l’ora della loro liberazione può essere ogni giorno più vicina. Anche on-line ora è possibile firmare la petizione LAV (nazionale e locale) per chiedere a Governo, Parlamento e Amministrazioni locali di convertire tutti gli spettacoli dei circhi in esibizioni umane, senza animali.
Clicca qui per firmare on-line le petizioni.

Tramite la petizione la LAV chiede una nuova legge che stabilisca:
• il divieto, alle imprese circensi e alle mostre e/o esposizioni faunistiche, di ogni ulteriore acquisizione di animali come quella derivante da scambi, cessioni gratuite, affitti, acquisti, riproduzione;
• la graduale ricollocazione, entro due anni, degli animali detenuti nei circhi e nelle mostre e/o esposizioni faunistiche, presso strutture in grado di garantirne il benessere e il sostegno pubblico, e il sostegno pubblico a tale attività;
• la creazione e il sostegno di centri di accoglienza che possano ospitare animali man mano non più utilizzati.
• Alle Amministrazioni locali la LAV chiede di emanare un’ordinanza che, oltre a vincolare l’attendamento dei circhi al rispetto della normativa a tutela del benessere animale, ponga forti limitazioni in merito agli animali consentiti al seguito dei circhi, in particolare alle specie in via d’estinzione e/o per le quali vi è totale incompatibilità con la detenzione in strutture itineranti.
Secondo la LAV il circo è più bello ed educativo se ad esibirsi sono solo gli artisti umani: non è un caso, infatti, che 16 Paesi in tutto il mondo stanno già vietando, del tutto o parzialmente, l’esibizione dei circhi con animali al seguito mentre l’Italia, con circa 100 imprese circensi presenti sul territorio, detiene il record negativo di uno dei Paesi con il maggior numero di circhi. Queste imprese, inoltre, sono finanziate dallo Stato italiano con contributi che oscillano tra i 5 e i quasi 7 milioni di euro annui, inclusi i circhi che hanno subito condanne e/o denunce per maltrattamento di animali e/o altre violazioni di legge.
Oltre a firmare la petizione i cittadini possono sostenere la campagna LAV “Vogliamo un circo umano” preferendo sempre i circhi senza animali; offrendo un piccolo contributo riceveranno il ciondolo o il bracciale simbolo della campagna, che riproducono l’elefante, la giraffa, il delfino, il pesce, ovvero alcuni degli animali più utilizzati da circhi, acquari e delfinari.

www.lav.it
 

Per Natale adotta un cane da un canile

14/12/2010

L'iniziativa promossa dall'AIDAA, Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente, per questo Natale ha l'obiettivo di togliere dai canili 1000 cani.
Il claim della campagna è per Natale fai un atto d’amore: adotta un cane da un canile.
L'associazione in un recente comunicato stampa ha divulgato le cifre impressionanti dei cani randagi nei canili e allo stato brado. I primi sono stimati attorno alle 150.000 unità, i secondi superano le 400.000 unità.
L'AIDAA si è detta preoccupata per il taglio dei fondi che le pubbliche amministrazioni stano facendo in bilancio, con possibili ripercussioni serie per i cani ospitati nei canili.
La campagna di sensibilizzazione vuol far leva su tutte quelle persone che sono propense nell'ospitare in giardino al riparo o dentro casa un cane, coscienti che adottare un cane significa un impegno preciso ricambiato da tanto affetto e compagnia.
Se vi piacciono i cani, pensateci!
Ricordate che con un cane il vostro stile di vita migliorerà parecchio: più movimento, più allegria e spensieratezza.

La rai poco amica degli animali

09/12/2010

LA DENUNCIA. Condominio Terra, la trasmissione di Licia Colò, è stata cancellata.
Secondo molti la conduttrice paga l’impegno anticaccia. E' trapelata in queste ore la notizia che la trasmissione di Licia Colò “Condominio Terra” non farà più parte del palinsesto di Rai 3.
La trasmissione, nata dopo sei anni di “Cominciamo Bene Animali e Animali”, godeva di un grande seguito (circa 2 milioni di telespettatori al giorno), aveva costi di produzione ridotti e rappresentava un punto di riferimento per le battaglie in difesa degli animali e dell’ambiente, dalle piccole iniziative locali, sino a battaglie di più ampio respiro, che difficilmente trovano spazio sui media nazionali.
Proprio quest’ultimo punto sembrerebbe essere la causa della cancellazione di “Condominio Terra”.
continua alla fonte cioè  qui

Ringrazio il nostro amico Stefano per avermi avvisata di questa notizia, spero davvero che i 'vertici' ci ripensino e si organizzino petizioni, vi terremo informati di tutto ciò! Intanto potete leggere anche questo post al riguardo nel blog di Stefano.

Cena di beneficenza a Bologna

07/12/2010