Archive for agosto 2008

Problema randagismo: firma anche tu la petizione

31/08/2008
Chiliamacisegua, portavoce delle istanze di molti cittadini italiani, chiede al Governo di rendersi garante dei nostri soldi, stanziati per combattere il fenomeno del randagismo in Italia.
Il grave malcostume della speculazione economica a danno degli animali
stessi e della comunità è pratica quotidiana e impunita.
Quanto denaro pubblico spendono i Comuni per sanare la situazione? E quanto di questo denaro è ben speso? Come si presentano le cose attualmente, è sotto gli occhi di tutti, il denaro, quello dei contribuenti, non sembra impiegato nel pubblico interesse: quello per la tutela e il benessere degli animali.
Chiliamacisegua, portavoce delle istanze di molti cittadini italiani, chiede al Governo di individuare le gravi responsabilità laddove esistano e persistano a carico dei Comuni e a carico delle Asl competenti per territorio:
Ogni giorno il mondo dei volontari è allertato da una emergenza contingente.
I cani randagi di proprietà del Sindaco del territorio dove sono accalappiati, sono mantenuti in canili convenzionati, pagati con soldi pubblici di noi cittadini(contribuenti).
Quando emerge la orrenda realtà di un canile lager, si mobilitano le associazioni formate da volontari e volontarie (contribuenti), per curare e salvare la vita a poveri animali malati e traumatizzati.
Questi volontari e volontarie (contribuenti), pagano cliniche, veterinari, interventi chirurgici, insomma tutte le cure necessarie che dovrebbero essere invece a carico del legittimo proprietario del cane ovvero del Sindaco. Si trasferiscono i poveri cani in pensioni, rifugi, oasi, sempre a spese dei volontari. (contribuenti)
Un circolo vizioso e assurdo. Uno spreco indecente. Un giro di affari stimato intorno ai 500 milioni di euro, una cifra che sarebbe più che sufficiente se impiegata con criterio,a mantenere decorosamente i cani reclusi e a sanare una volta per tutte il problema del randagismo, provvedendo alla loro sterilizzazione.
Chiliamacisegua, portavoce delle istanze di molti cittadini italiani, chiede al Governo di tutelare e proteggere tutte le creature maltrattate, vittime innocenti dell’incuria umana e di punire in maniera esemplare i colpevoli riconosciuti.
Chiliamacisegua, portavoce delle istanze di molti cittadini italiani, chiede al Governo vuole conoscere il resoconto di ogni soldo incassato e speso.
Vuole controllare, verificare, mettere naso e bocca. Vuole sapere e far sapere.

Corinna Andreatta
http://www.chiliamacisegua.org

FIRMATE TUTTI LA PETIZIONE ! grazie.

www.firmiamo.it/noipaghiamoelorolitrattanocosi

Persi e ritrovati

30/08/2008
TROVATO: Segnalo di aver trovato in data 15 luglio 2008 il seguente cane sulla strada a Belgioioso.
Si tratta di una femmina di circa 5 anni bianco arancio con coda mozzata con tatuaggio illeggibile senza microchip e appartentemente sterilizzata.
Il cane si trova ora ospite a casa mia a zerbolo’.
Qualora a breve termine nessuno la reclamasse sarò costretta a portarla al canile municipale di pavia. Resto a disposizione per ulteriori info.
Giorgia Quario Rondo

Clicca sulla foto per ingrandirla!

PERSO: Mi chiamo Valentina sabato 12/7/08 verso le h 8.30 ho perso il cane, da Segrate Via Cava Trombetta, ho ricevuto segnalazione che si trova in cura presso un veterinario a Bergamo, ma penso sia falsa, vi prego se dovesse essere in cura presso di Voi contattatemi
Lorenzo:
E’ un meticcio, pelo medio colore tricolore nero, marrone e bianco, ha 10 mesi e indossa un collare arancione con una medaglietta a forma di ossa con inciso il nome e il recapito.

Clicca sulle foto per ingrandirle!

PERSO: sto cercando il mio Dennis, che è stato smarrito a Lissone (provincia di Monza e Brianza) il giorno 25/7/08 nella zona del supermercato Sma/Strada statale 36 MI-Lecco/scuola materna T.Tasso.
E’ un gatto maschio di 4 anni colore bianco pelo corto taglia medio-grande. Ha la coda ad anelli colore arancione oscuro/chiaro.
Ho messo annunci nella zona, ho pubblicato l’annuncio su tutti i siti possibili, attendo una Vs. gentile collaborazione.
Vi allego una fotografia anche se tenete conto che sarà molto ma molto più magro.
Grazie,
Marisa S.

Clicca sulla foto per ingrandirla!

Cercano casa: cani abbandonati

30/08/2008

NAPOLI – Lui e` sky, era uno splendido labrador…questa povera creatura e` arrivata oggi presso il nostro rifugio, ci e` stato affidato dalle autorita` che lo hanno sequestrato insieme ad altre 120 anime, era praticamente all` inferno, un canile lager nella regione molise, che riceveva tranquillamente contributi e sovvenzioni, , lui , il gestore, la belva piu` belva che si potesse incontrare a detta di chi ha effettuato il sequestro e ne ha sicuramente viste di tutti i colori…hanno trovato cadaveri di cuccioli ovunque,le femmine praticamente tutte gravide, gabbie  improvvisate e sovraffollate, cani ammassati che per una crocchetta si sarebbero sbranati, visto che se dio vuole mangiavano una tantum… e lui….. in quell`inferno era con una zampa a pezzi, in pratica era rimasto solo un moncone con l` osso scoperto, e chissa` da quanti giorni…… e la faccia deturpata ….e` stato portato subito via, operato d`urgenza. Ieri 31/07 gli hanno amputato la zampa, sul muso invece rimarra` indelebile il marchio di una vita di sofferenza e di stenti, di lotta per la vita….ma cio` che ti fa` piu` male e la dignita` che queste creature mantengono, nonostante tutto, la sua dolcezza fa` quasi paura, ti domandi come sia possibile che dopo tutto quello che ha passato lui ancora ci crede nella vita, oggi ad un giorno dall` operazione era gia` in piedi fiero e forte, ora e` tranquillo sky, e` protetto, per lui si e` accesa una nuova luce….la nostra preghiera piu` grande e che un giorno , prestissimo speriamo accada un miracolo, e sky nonostante il suo handicap ed il muso rovinato trovi chi lo adotti e gli restituisca tutto cio` che dei miseri uomini avidi di denaro e senza un briciolo di anima hanno tentato di strappargli!! Le notizie dettagliate sul canile sequestrato tra pochi giorni saranno in internet, per ora ci hanno chiesto di mantenere il massimo riserbo poiche` stanno ancora cercando tutti i responsabili di questo scempio. Poi bisognera` pensare anche ai compagni di sventura di sky, che sono ancora li in quel canile ma che dovranno prima o poi trovare un altra sistemazione!! sky, si trova ora al sicuro, è a napoli.
per info adozione sky
  333 2548091  
paola.maida@katamail.com
LA SUA SCHEDA:
http://www.amicicani.com/index.php?oper=desccane&id=4890

Clicca sulla foto per ingrandirla!

MILANO – Un candidato a non uscire mai dalla gabbia. perché non è bello e non è giovane.solo un miracolo può liberarlo dal canile. pippo è entrato in gabbia il 26 febbraio 2000 e non è mai più uscito. forse quattro o cinque passeggiate in otto anni e mezzo. e tutto questo tempo di una vita innaturale, costretta, sofferta hanno si sono scavati sul suo musino, che non è certo quello di un cucciolo. chi vorrebbe mai una creatura come pippo, un cagnolino all`apparenza di aspetto anonimo, un volpinetto rosso di taglia medio-piccola? solo un cuore grande potrebbe sceglierlo, un cuore che capisse, osservandolo nei pochi minuti di libertà che il destino gli ha concesso, che non è giusto che pippo rimanga ancora in gabbia, che si merita tanto di più.
Della sua adozione si occupa, direttamente in canile appena fuori milano, sara dell’associazione aiuta i randagi onlus. per info: tel. 328 94.33.132. oppure giorgia
  348 9264039  rozz702000@yahoo.it
LA SUA SCHEDA:
http://www.amicicani.com/index.php?oper=desccane&id=4895

Clicca sulla foto per ingrandirla!

MILANO – Sabato 9 agosto l`ho visto per la prima volta. di una mitezza incredibile, gli occhi tristi, mansueto, rassegnato, il dorso marchiato da due piaghe di dermatite o di qualche altra malattia della pelle. bellissimo, non più giovane. l`abbiamo segnalato ai responsabili del canile per le cure. ma di certo il box di un canile non è il posto migliore per guarire. loris è di taglia grande, di una dolcezza disarmante. ha bisogno di aiuto.
Della sua adozione si occupa, direttamente in canile appena fuori milano, sara dell’associazione aiuta i randagi onlus. per info: tel. 328 94.33.132. oppure giorgia
  348 92 64 039  rozz702000@yahoo.it
La sua scheda:
http://www.amicicani.com/index.php?oper=desccane&id=4836

Clicca sulla foto per ingrandirla!

BRESCIA – Qualche giorno fa casualmente una ns volontaria si è imbattuta in questo esserino: in un cartone d`emergenza con del cibo buttato da chi fa giusto il minimo sforzo per mantenere pulita la propria coscienza, giaceva un meticcio che oltre ad essere pieno di zecche e avere ancora un pezzo di catena al collo, presentava una profonda ferita da lama sulla schiena. simona l`ha caricato in macchina e portato al pronto soccorso veterinario dove bruck, questo il suo nuovo nome, è stato curato ed operato per ripulire la ferita infetta.
Ora si trova presso il ns rifugio, è un cane affettuoso e vivace, di circa 6 anni, tg medio/piccola (11 kg) compatibile con altri cani. nonostante la violenza subita, bruck ha un bellissimo carattere e speriamo che il suo aspetto da meticcio comune, e forse non tra i + belli, non gli precluda la possibilità d`essere felice!
3381713874 – 3289199310 – 3477564404 info@associazionelemuse.com
LA SUA SCHEDA:
http://www.amicicani.com/index.php?oper=desccane&id=4844

Clicca sulla foto per ingrandirla!

MILANO – Come mai non sono mordaci? come mai non sono pazzi di rabbia? me lo chiedo spesso quando porto fuori per la prima o le prime volte un cane che ha passato quasi un decennio in un box largo 4 metri per 4. e me lo sono chiesta anche quando ho chiesto di portar fuori in passeggiata nando. e ogni volta rimango stupefatta a vedere che sono ancora buoni, ancora e sempre equilibrati. così è nando, buono, equilibrato, gli occhi dolci, tristi. nando è un meticcio lupotto akita inu dal destino crudele. ancora in forma nonostante l`età. meraviglioso. venite a conoscerlo e se state pensando di adottare un cane, pensate a lui. non aspettiamo che diventi tanto vecchio da non reggersi più sulle zampe, non aspettiamo che il suo cuore non regga più. grazie a tutti.
della sua adozione si occupa direttamente in canile, vicino a milano, sara dell’associazione aiuta i randagi onlus. per info tel. 328 94.33.132 oppure giorgia  348 92 64 039 
rozz702000@yahoo.it
LA SUA SCHEDA:
http://www.amicicani.com/index.php?oper=desccane&id=4860

Clicca sulla foto per ingrandirla!

VARESE – Trotter è un maschio dominante di circa 6 anni…decisamente il canile non fa per lui…l`ideale sarebbe una casa con giardino ma con un adozione seria e responsabile e un persona che sappia gestirlo!
preferibilmente meglio una famiglia senza bambini piccoli!
trotter non è affatto aggressivo ma tende a voler `decidere lui` per questo il genitore ideale per lui sarebbe una persona che non sia alla prima esperienza con un cane di indole dominante!
il suo compagno di box è stato adottato da diversi mesi e lui, pur essendo un bellissimo meticcio biondo,invece non trova chi voglia amarlo così com`è, col suo carattere forte e col suo smisurato bisogno di carezze!!!
facciamo passaparola anche per lui per favore???
si trova al rifugio di cassano magnago (va), venite a trovarlo!!!
per info chiamate glenda
  348/5809188   o patrizia   340/7875016   o scrivete ad avalon.blue@hotmail.it
trotter verrà affidato previa compilazione e firma del modulo di affido, l` accettazione di controlli pre/post adozione da parte dei volontari.
LA SUA SCHEDA:
http://www.amicicani.com/index.php?oper=desccane&id=4865

Clicca sulla foto per ingrandirla!

BRESCIA – Alù è uno dei 100 cani entrati nelle ns vite all`inizio dell`anno, come un fulmine a ciel sereno, 100 cani trasferiti a brescia da un canile di mantova. abbiamo imparato a conoscerli in questi mesi, per quanto si possa conoscere un cane accarezzandolo attraverso la rete metallica di un box o semplicemente osservandolo. di balù abbiamo capito che non ha mai avuto una famiglia e lo conferma la data d`accalappiamento, marzo 2000. aveva un anno…
lui non si avvicina alla rete, ti guarda dalla cuccia. lui non sa cosa sia una carezza, non l`ha mai ricevuta.
ha vissuto così, non permettiamo che ci muoia! deve conoscere un barlume di vita, di libertà!!!! (come nella maggior parte dei canili privati in questo canile non si esce dai box, mai)
3381713874 – 3289199310
info@associazionelemuse.com
LA SUA SCHEDA:
http://www.amicicani.com/index.php?oper=desccane&id=4880

Clicca sulla foto per ingrandirla!

CATANIA – Queste 2 cucciole di 4 mesi circa, taglia media, sono state recuperate dalla zone industriale di catania, dove sono rimaste per giorni con ferite aperte e perdendo tantissimo sangue.
adesso sono in stallo provvisorio qui a catania ma entro la prossima settimana dovranno trovare un`altra sistemazione.
non possiamo rimetterle nel branco perchè sono piccine e comunque non erano bene accette….sarebbe comunque un peccato far perdere loro la possibilità di avere una famiglia, ora che sono ancora piccole ed adorabili.
hanno un piccolo problema di coagulazione….significa che sarebbero morte dissanguate per delle stupide ferite `da strada`….
per favore fate girare a chi pensate possa essere interessato all`adozione o anche ad offrir loro uno stallo.
grazie….antonella – 
miaomiao79@hotmail.it
LA LORO SCHEDA (e la foto della sorellina):
http://www.amicicani.com/index.php?oper=desccane&id=4903

Clicca sulla foto per ingrandirla!

[MI e prov. limitrofe] Cerca casa: Mister x

29/08/2008
20 dico 20 VENTI mesi in gabbia. Vogliono dire circa 600 SEICENTO giorni in cui questo cane non ha messo le zampe fuori dal box. Sono cani molto molto equilibrati perchè sfido qualunque umano a vivere ringhiuso per così tanto tempo. Altrochè dar fuori di testa… Invece Mister X è lì, accanto alla porta del box e aspetta.
Aspetta chi gli dica "SI" per la vita, prenda il suo giunzaglio e lo porti a casa con sè.
E’ un incrocio husky…. tutti vogliono l’husky ma quando parliamo di cani adulti tutti si fanno prendere dai luoghi comuni.
Amano anche i cani adulti. Donano coccole anche i cani adulti. Fedeltà e anche loro aspettano quando torni a casa….. e aspettano con più affetto perchè sanno chi li ha portati via dalla vita rinchiusa.
Mister X aspetta… con il suo sguardo triste… Aspetta. Questo è il suo appello, unica speranza per non lasciarlo in canile ad aspettare, crescere, invecchiare e morire in gabbia come è accaduto ad altri cani.
Sono un incrocio husky, non sono giovanissimo dicono che sono presumibilmente del 2000, però sono sano, un fisico eccezionale, sono di taglia media, ma sono un po’ triste, diciamo depresso, e naturalmente sono sempre in attesa che qualcuno mi veda, non sono un cane appariscente, e passo sempre inosservato, nessuno mi nota, certo sono un meticcio e allora? Siamo belli anche noi, e se non belli, simpatici e capaci di affetto e soprattutto di fedeltà come gli altri, se non di +.

NOTATEMI, NOTATEMI.
Ciao Mister X

Adottabile nelle province di Milano, Pavia, Bergamo, Varese e Lecco con modulo di affido e controlli pre e post adozione.
Gruppo Vita Animale luponuvola@yahoo.com 347-7558315

Image Hosted by ImageShack.us

[MI] Cerca casa: Pippo, troppi anni in gabbia!

29/08/2008
Un candidato a non uscire mai dalla gabbia. Perché non è bello e non è giovane. Solo un miracolo può liberarlo dal canile. Pippo è entrato in gabbia il 26 febbraio 2000 e non è mai più uscito. Forse quattro o cinque passeggiate in otto anni e mezzo. E tutto questo tempo di una vita innaturale, costretta, sofferta hanno si sono scavati sul suo musino, che non è certo quello di un cucciolo. Chi vorrebbe mai una creatura come Pippo, un cagnolino all’apparenza di aspetto anonimo, un volpinetto rosso di taglia medio-piccola? Solo un cuore grande potrebbe sceglierlo, un cuore che capisse, osservandolo nei pochi minuti di libertà che il destino gli ha concesso, che non è giusto che Pippo rimanga ancora in gabbia, che si merita tanto di più.
Della sua adozione si occupa, direttamente in canile appena fuori Milano, Sara dell’associazione Aiuta i Randagi onlus. 
Per info:  rozz702000@yahoo.it (numeri tel. x contatto diretto su richiesta in commento)

TROVATE TUTTI I NOSTRI CANI IN CERCA DI CASA ALL’INDIRIZZO:
http://fuorimilano.misha.cc

Free Image Hosting at www.ImageShack.us clicca sulla foto per ingrandirla

[NA] Cerca casa: Dolce, di nome e di fatto

29/08/2008

Vi prego leggete e diffondete questo accorato appello di Pasquale, noto volontario di Napoli che raccoglie i cani abbandonati e li accudisce con amore!

Avete visto bene: il cane ha dei calzini per proteggere come si può le piaghe.Non nasconde però il suo dolore: dolore per non avere nessuno, dolore per le piaghe.

L’arte dell’arrangiarsi per sopravivvere lottando con dignità per la vita. E che vita è quella di questo dolcissimo cane?

In 4 anni che ha visto oltre il canile? Un biondino taglia media . Le sue zampe, il suo addome, le sue orecchie raccontano sofferenza fisica, lacerazioni che si infettano e nonostante ci si arrangi con i mezzi disponibili e con la dedizione mossa dalla pietà per questo esserino … avanzano le infezioni.

Prima che il tempo abbia la meglio e subentrino complicazioni per la salute di questo cane rivolgo un appello a tutti: chiunque sia in grado aiuti Dolce a trovare una famiglia.

Questo sguardo è fiducioso che le cure non tarderanno e potrà correre, scavare, giocare e … ricevere tante coccole.

Vi prego contattatemi: Pasquale zadu@hotmail.it (su richiesta in commento darò il suo numero di tel.)

Free Image Hosting at www.ImageShack.us clicca sulla foto x ingrandire…

AGGIORNAMENTO DEL  12.09 : DOLCE HA TROVATO CASA!!!! Eccolo nella sua nuova realtà, felice come merita! evviva!
Free Image Hosting at www.ImageShack.us

[Roma] Cerca casa: Beethoven, merita una casa!

27/08/2008
Beethoven e’ buono ma soprattutto e’ vecchio. 
Possiamo aiutare Loredana a trovare una casa per questa palla di pelo ? 
Non gli resta molto da vivere. 
Ha gia’ circa 9 anni…..sta in canile, dopo avere (forse) vissuto libero da giovane….e dopo le sofferenze che tutti avete letto sarebbe un peccato lasciarlo morire dietro le sbarre. 
Diamogli una famiglia per il poco tempo che gli resta da vivere. Fosse anche solo un anno o sei mesi. Non importa. giusto ?
Pensatelo scondinzolare. Pensatelo dormire ai vostri piedi in inverno.
O magari sul vostro divano…..
Basta che lo guardiate negli occhi. 
Per info: cuoredicane@gmail.com

Free Image Hosting at www.ImageShack.us clicca sulla foto per ingrandire!

Abbattimento marmotte a Bolzano

26/08/2008
Image Hosted by ImageShack.us


La provincia di Bolzano ha deciso di abbattere più di 2000 marmotte (da sempre per loro simbolo di attrattiva turistica). Una identica decisione era  da loro già stata adottata nello scorso anno, ma un riscorso l’aveva poi resa nulla.

Facciamo sapere al presidente Durnwalder (cacciatore) e ai commercianti del turismo cosa pensiamo di questa decisione:


Al Presidente della Provincia di Bolzano
dr Luis Durnwalder
presidente@provincia.bz.it
tel 0471 412222
fax 0471 41 2299
Alla camera di commercio di Bolzano
wifo@camcom.bz.it
All’Unione Commercio Turismo Servizi
info@verbandunione.bz.it

Questa e’ un testo tipo:

In relazione alla notizia apparsa sul quotidiano La Stampa, in merito alla decisione di aprire nei prossimi giorni la caccia alla marmotta, consentendo l’abbattimento di più di duemila individui desidero esprimere il mio più fermo dissenso.
Faccio presente
1) che la marmotta è in Italia specie protetta dal 1992,
2) che il TAR ha condannato analoga deroga del 2007;
3) che le ragioni addotte per l’abbattimento, cioè che le marmotte vezzeggiate dai biscotti dei turisti abbiano sviluppato denti troppo lunghi e quindi danneggino gli alpeggi, non sembrano sostenibili.
L’Alto Adige, per indulgere ai desideri dei cacciatori, sta perdendo attrattiva per moltissime persone che, disgustate da episodi come quello dell’abbattimento del tutto non necessario del cervo e dalle continue deroghe alle leggi europee anche per quel che riguarda gli stambecchi, non intendono più trascorrervi le loro vacanze.
Distinti saluti.

Questo è l’articolo de La Stampa del 18 Agosto 2008 che spiega la situazione:

Via alla strage delle marmotte
L’Alto Adige abbatte i roditori: devastano gli alpeggi. Il Wwf: sono animali
protetti, ricorreremo al Tar
ANNA SANDRI
L’amministrazione provinciale di Bolzano ha dato il via libera: nei prossimi giorni circa 4.000 cacciatori abbatteranno poco più di 2.000 marmotte.
Inevitabili le polemiche e gli appelli di animalisti e villeggianti. «Le marmotte – spiega il presidente della Provincia (e cacciatore), Luis Durnwalder -, stanno minando i verdi prati degli alpeggi destinati al pascolo e le tane rischiano di rompere l’equilibrio della flora». Il censimento delle marmotte a Bolzano si è appena concluso. «In tutta la provincia – ha sottolineato Giorgio Carmagnola, responsabile dell’ufficio caccia – sono stati censiti 44.118 esemplari; di questi, 25.580 stanno provocando i maggiori danni ai pascoli. Da qui l’esigenza di dare il via alla caccia».
La stagione venatoria aprirà il 1° settembre. Da notare che nel resto d’Italia la marmotta è una specie protetta, come sancisce una legge del 1992. Bolzano è finita al centro di polemiche, recentemente, per l’abbattimento a colpi di pistola di un cervo, finito tra i turisti nel centro della città: l’ufficio caccia non aveva fucili in grado di sparare dardi con anestetico. Che tu sia stambecco o marmotta, quando ti svegli comincia a correre altrimenti a sera non ci arrivi. La saggezza della savana può funzionare in Alto Adige, dove la vita è dura per le specie protette: di anno in anno, di deroga in deroga alle leggi nazionali e sovranazionali,  animali che altrove sarebbero guardati con rispetto e contati con scrupolo finiscono nel mirino dei cacciatori.
Quest’anno la voce degli animalisti si alza più forte perché è fresca la ferita del cervo abbattuto a colpi di fucile e di pistola in un garage del centro di Bolzano: era arrivato per sbaglio in città, impazzito di paura per le decine di pattuglie che lo inseguivano con tanto di sirene si era rifugiato nel sotterraneo e lì, siccome non si trovava un fucile da armare con anestetico, era finito in un bagno di sangue. Un caso clamoroso, per il quale si dice abbiano pagato anche gli albergatori della zona che si sarebbero visti arrivare non poche disdette di prenotazioni da parte di clienti disgustati.
Dopo il cervo, le marmotte e gli stambecchi.
Per le marmotte la stagione dei pallini si aprirà a giorni: sono troppe e la Provincia ha deciso di concedere la caccia in deroga a tutti quei Comuni che, in misura diversa, ne hanno fatto richiesta. I roditori sono sotto accusa perché devastano gli alpeggi e li sforacchiano con le loro tane. Una leggenda metropolitana dice che la loro aggressività sia dovuta  anche al troppo ravvicinato contatto con l’uomo: nutrite a pezzi di pane e biscottini, le marmotte avrebbero smesso da tempo di fare il loro mestiere di roditori, e avrebbero di conseguenza incisivi lunghi e dannosi.
«Questo non è dimostrato – dice Roberto Maistri, responsabile del Wwf per la Provincia di Bolzano -, mentre è vero che tra qualche giorno sparare alle marmotte non sarà reato, il che fa dell’Alto Adige un posto davvero unico. È così da anni, le nostre proteste e i nostri ricorsi ci servono solo per la soddisfazione morale: quando il Tar ci dà ragione, le bestie sono già da mesi morte e imbalsamate, a fare da soprammobile nei salotti dei cacciatori».
Stessa sorte per gli stambecchi. In Alto Adige erano estinti, nei primi anni Ottanta si è deciso di ripopolare. Ancora Maistri: «Li hanno fatti arrivare da Valle d’Aosta e Piemonte. Oggi dovrebbero essere circa duemila ma sono solo 7-800, perché ogni anno c’è la deroga a una legge europea e ne fanno abbattere 70 o 80. Mica li mangiano: gli basta il trofeo«.
La caccia è una passione dilagante; il primo dei praticanti è Luis Durnwalder, presidente della Provincia e assessore alla Caccia, proprio lui che firma le deroghe. Poi, su 5 mila e 400 tesserati, ci sono le donne: sono 200, vestono completini di loden dei più tradizionali con tanto di cappello con la penna, e si dice amino posare in foto con le loro prede.
Eppure proprio su queste stesse montagne l’orso Bruno aveva salvato la pelle: spadroneggiava negli ovili e nessuno gli ha torto un pelo; appena ha passato il confine lo hanno buttato giù come una sagoma da luna park.
«Verissimo – conferma Maistri -, ma la Provincia pagava agli allevatori i danni provocati da Bruno perché avevamo addosso gli occhi di tutta Italia, era una questione di immagine, non certo di attenzione per l’animale».
«Anche quest’anno sarà il solito teatrino – prevede Claudio Calissoni della Lav -. Le associazioni animaliste chiederanno alla Provincia e ai vari Comuni la lista delle deroghe. Loro ci manderanno una montagna di incartamenti, migliaia di carte. Noi dovremo esaminarle una a una fino a trovare quelle incriminate. A quel punto presenteremo ricorso al Tar che, come ha fatto l’anno scorso, annullerà il decreto provinciale di deroga, ma sarà troppo tardi. La sentenza nel 2007 è arrivata a maggio per la caccia dell’autunno precedente».
Gli ambientalisti vorrebbero una cosa: «Chi firma la deroga paghi di tasca propria gli avvocati per presentarsi al Tar. Che paghino i cittadini è davvero troppo».

[PR] Cerca casa: Matilda, anziana adozione ugente!

26/08/2008
  Matilda è anziana e sta soffrendo le pene dell’inferno. Viveva insieme al suo compagno Brontolo, in una splendida casa con giardino nei pressi di Rimini. Poi i padroni sono stati sfrattati e loro sono entrati in canile. Da qua la deportazione da un canile di Rimini a quello di Parma, un viaggio allucinante durato 300 km . E qui comincia l’inferno…. cucce di cemento, gelide d’inverno, alimentazione scadente, no sgambate e assolutamente no contatto umano. Poi finalmente per il fratello comincia la gioia… viene adottato. Lei, già debole e debilitata, scheletrica, soffre sia per i problemi di salute, sia per l’abbandono dal fratello. Viene operata d’urgenza, e non vi mostro le ultime foto di lei in degenza perchè fanno rabbrividire. Lei è ancora più magra e debilitata Non sta neanche in piedi e non mangia. é terribilmente sotto peso.  La sua condizione viene fatta presente al proprietario della struttura. noi abbiamo cercato di portarle crocchette più nutrienti per portarla al peso forma.
Ora è così… gonfia….sicuramente non sta bene. Probabilmente le hanno somministrato qualcosa che l’ha fatta sembrare… in peso. Così all’apparenza sembra stia bene. Lei invece è appesantita, a volte fa fatica a respirare, ormai è stanca , a pezzi, svogliata, infelice. Solo l’adozione potrà farla rinascere. Aiutateci a realizzare il suo sogno!!

 

per adozioni: enpa parma (su richiesta in commento daremo recapiti telefonici di volontari)

 

massimo.maderi@tele2.it
 
Free Image Hosting at www.ImageShack.us clicca sulla foto x ingradire

[MI] Cerca casa: Loris non più giovane, caso del cuore!

26/08/2008
Sabato 9 agosto l’ho visto per la prima volta. Di una mitezza incredibile, gli occhi tristi, mansueto, rassegnato, il dorso marchiato da due piaghe di dermatite o di qualche altra malattia della pelle. Bellissimo, non più giovane. L’abbiamo segnalato ai responsabili del canile per le cure. Ma di certo il box di un canile non è il posto migliore per guarire. Loris è di taglia grande, di una dolcezza disarmante. Ha bisogno di aiuto.

Della sua adozione si occupa, direttamente in canile appena fuori Milano, Sara dell’associazione Aiuta i Randagi onlus.
 
Per info:  rozz702000@yahoo.it ( su richiesta in commento forniamo recapito telefonico)

POTETE TROVARE TUTTI I NOSTRI CANI IN CERCA DI CASA ALL’INDIRIZZO:
http://fuorimilano.misha.cc

Free Image Hosting at www.ImageShack.us cliccare sulla foto x ingradirla