Archive for luglio 2010

Petizione contro la nuova direttiva europea sulla vivisezione

31/07/2010
Ai primi di settembre, il Parlamento Europeo voterà la nuova Direttiva sulla protezione degli animali utilizzati a fini scientifici.
È una legge a misura di vivisettore, che NON OBBLIGA a utilizzare i metodi sostitutivi ai test con gli animali neppure laddove esistono.
In compenso essa permette di:
– sperimentare su gatti e cani randagi
– riutilizzare lo stesso animale più volte anche se ha già provato intenso dolore e angoscia
– sperimentare senza anestesia
– costringere un animale al nuoto forzato fino all’esaurimento
– tenere in isolamento totale e prolungato cani e scimmie
– creare animali geneticamente modificati mediante procedure chirurgiche.

Qui puoi leggere il testo della nuova direttiva che sarà votata al parlamento europeo ai primi di settembre.
http://www.leal.it/campagna-bruxelles/petizione-online/

Qui la petizione che ti prego di sottoscrivere e diffondere più che puoi.
http://www.leal.it/campagna-bruxelles/

il libro "Gli angeli di Pasquale"

25/07/2010

Si avete letto bene!!!! Da oggi il lavoro de "GLI ANGELI DI PASQUALE" è racchiuso in un libro! 

   
Potete acquistarlo registrandovi al sito www.lulu.com e poi cercando GLI ANGELI DI PASQUALEo cliccando qui:
 http://www.lulu.com/content/libro-a-copertina-morbida/gli-angeli-di-pasquale-i-nostri-amici-cani-poesie-e-pensieri/9110326

Non avete la carta di credito? Non c’è problema!!! 
Effettuate una ricarica postepay o un B/B di 14€+spedizioni
 Posta7-17 days €4.99 
Posta Priority 5-9 days €7.99 
Ground3-8 days €10.99 
Espresso3-5 days €16.99 
e poi inviate i dati per la spedizione + un numero di cell a mnhasc@yahoo.it provvederò io stessa ad effettuare l’ordine per voi!

 
Acquistando questo libro ci aiuterete a portare avanti la nostra battaglia e porterete a casa un pezzetto delle nostre storie! Regalatelo ad amici e conoscenti e fate conoscere a tutti la nostra attività, più il libretto si diffonderà, più i nostri amici avranno la possibilità di farsi conoscere e magari… trovare casa!

!!!GRAZIE DI CUORE A TUTTI VOI!!!

Un ringraziamento speciale va ad Alessandro che ha impaginato il volume!!! Ecco in anteprima la copertina!

Vittoria per le balene

06/07/2010

Cari amici,

Ce l’abbiamo fatta! La proposta di legalizzare l’uccisione delle balene è affondata clamorosamente in Marocco – e la nostra campagna è stata di aiuto per spostare l’ago della bilancia.

In pochissime settimane, abbiamo costruito la più grande petizione per salvare le balene nella storia, firmata da uno straordinario 1.2 milione di noi in tutto il mondo e consegnato direttamente ad importanti delegati al meeting della Commissione Internazionale per la Caccia alle Balene. Alla fine, il divieto di caccia alle balene in vigore da 24 anni è stato appoggiato.

La lobby in favore della caccia alle balene ha tentato di usare favori politici per strappare un cosiddetto "compromesso" che stabilisse una quota per cacciare le balene, ma man mano che la tensione cresceva nei colloqui a porte chiuse, la nostra massiccia petizione è diventata una top story nelle notizie dal mondo della BBC, abbiamo lavorato con negoziatori amici ed altri partner per fare pressione dove era maggiormente necessaria e veicolare una maggiore attenzione globale.

Il Ministro dell’Ambiente australiano Peter Garrett ha ricevuto la nostra petizione per governi propensi a votare in favore alla presenza dei media mondiali ed a detto "Grazie mille Avaaz. È un grande piacere essere qui ed accettare questa petizione… Credo che le voci della gente in tutto il mondo debbano essre ascoltate. Io le ascoltero di certo oggi. "

La delegazione degli USA ci ha salutato dicendo: "Avaaz! abbiamo visto il vostro manifesto all’aereoporto!" ed i delegati sono stati colti mentre discutevano animatamente del gigantesco contatore in tempo reale della petizione collocato all’esterno del meeting visto che aveva superato abbondantemente il milione di firme.

Dopo il meeting, un negoziatore europeo ci ha detto: "Siamo riusciti a mantenere il bando al proprio posto…Avevo cercato la petizione online. Sono rimasto molto impressionato dalla velocità alla quale crescevano i numeri e di vedere persone firmare da ogni angolo del mondo."

Questa è un’importante vittoria per le balene – e per il potere dei cittadini di tutto il mondo – insieme abbiamo dimostrato che le decisioni internazionali possono essere modificate con un piccolo sforzo al momento giusto da parte di molte persone in ogni parte del mondo.

Ma vincere questa battaglia non garantisce ancora la salvezza delle balene – la flotta "scientifica" di baleniere del Giappone continua a salpare dal porto attraverso le scappatoie sfuggite alla IWC per uccidere centinaia di balene.

Per vincere definitivamente, dobbiamo continuare la campagna per rafforzare e riformare la Commissione per la Caccia alle Balene e per mobilitarci in nazioni favorevoli alla caccia come il Giappone – dove il Consiglio dei Ministri conosce Avaaz e abbiamo cambiato la politica ambientale in passato.

Possiamo farlo se abbastanza di noi contribuiscono con una piccola somma settimanale. Abbiamo raggiunto 6.000 donatori regolari – se arriviamo a 10.000 possiamo iniziare a finanziare la campagna in Giappone ed altre importanti nazioni adesso.

Nell’arco della sua breve vita, il nostro movimento è esploso grazie ad una semplice idea democratica: che il potere della gente può affermarsi e vincere contro potenti interessi particolari. Che si tratti di difendere le balene, contrastare la corruzione, sostenere movimenti democratici autentici o combattere per un trattato globale sul clima, ci stiamo aggregando per colmare la lacuna tra il mondo che abbiamo e quello che vogliamo.

Adesso, se abbastanza di noi contribuiranno con una piccola somma in favore di campagne auto-finanziate dai membri Avaaz, avremo la forza di ottenere molte altre vittorie. Clicca qui adesso per donare:

https://secure.avaaz.org/it/whales_reportback_6/?vl

Con speranza,

Ricken, Alice, Paul, Mia, Ben, Luis, David, Graziela, Milena e l’intero team Avaaz

CHI SIAMO
Avaaz.org è un’organizzazione no-profit e indipendente con 5,5 milioni di membri di tutto il mondo, che lavora con campagne di sensibilizzazione in modo che le opinioni e i valori dei popoli del mondo abbiano un impatto sulle decisioni globali. (Avaaz significa "voce" in molte lingue.) Avaaz non riceve fondi da governi o aziende ed è composta da un team internazionale di persone sparse tra Londra, Rio de Janeiro, New York, Parigi, Washington e Ginevra.

Clicca qui per avere maggiori informazioni sulle nostre campagne.

NdR: avevamo proposto questa petizione il 6 maggio u.s.: anche noi di OKANIMALI siamo felici nell’apprendere questo positivo esito!

EDOARDO STOPPA E LA MISSIONE AFFIDATAGLI DA PIETRO TARICONE

04/07/2010


Pochi mesi fa, Pietro Taricone aveva lanciato un appello a Striscia la Notizia e in particolare ad Edoardo Stoppa, l’amico degli animali. “Edoardo ci serve il tuo aiuto. Devo segnalarti questa situazione che potrebbe essere in futuro una di quelle situazioni che tu conosci bene: canili in condizioni pietose, canili al collasso” raccontava Pietro nel video “Questo è un canile a Caserta che ha goduto di una perfetta e amorosa gestione ma che ora è al collasso per inadempienze del comune e per una serie di altre situazioni che poi verranno spiegate meglio. Dacci una mano…. Sia ben chiaro che le vie canoniche, quelle istituzionali, sono già state perseguite. Ossia, i gestori hanno già cercato l’incontro con le istituzioni e con chi doveva occuparsi dei cani. Per cui a questo punto non ci rimane che chiedere il vostro aiuto”.

 

Edoardo Stoppa subito dopo l’appello si era recato con le telecamere di Striscia a Caserta per un servizio in cui la gestrice del canile gli aveva raccontato dell’esubero di cani e dei lavori mai finiti da parte del comune per aumentare lo spazio a disposizione degli ospiti a quattro zampe. Aveva aggiunto che la Asl non forniva loro vaccini, anestetici e gli antibiotici per i cani. Il canile era costretto a chiedere l’aiuto dei cittadini per rientrare dei 370.000 euro dovuti dal comune e mai arrivati.

 

Dopo la tragica morte di Pietro Taricone nel giorno del suo onomastico, Edoardo si è subito ricordato del suo appello e ha deciso di rimboccarsi le maniche e di fare di più, pubblicando questo messaggio sulla sua bacheca di Facebook:
“Soltanto qualche mese fa mi avevi affidato questa missione: ora farò di tutto per portarla avanti anche senza di te, nella certezza che tu vorresti così e con la consapevolezza che da lassù saprai darmi una mano per aiutare i tuoi fratellini a quattro zampe… ciao Pietro“.

 

Guarda il video: http://www.gattopoli.it/video/pietro-taricone-a-stricia-per-il-canile-di-caserta.html

 

Simona Redana
Gossip