Archive for gennaio 2007

Mucche “a terra”: colpa degli allevatori cattivi?

23/01/2007
In questi giorni si e’ molto parlato in giornali e telegiornali della terribile situazione delle mucche "a terra", animali cosi’ sfruttati e
debilitati che non sono piu’ in grado di tenersi in piedi e vengono trascinati e caricati a forza nei camion verso il macello.

Ma quel che non e’ stato detto, mai, in questi servizi, ne’ nelle dichiarazioni di chi ha denunciato l’orribile situazione, e’ di chi e’
la colpa e che cosa puo’ fare ciascuno di noi per evitarlo. Forse perche’ e’ troppo "scomodo" dirlo ed e’ piu’ semplice dare la colpa agli "allevatori cattivi", nella speranza che vengano controllati e puniti, e tutti possiamo continuare la vita di prima con la coscienza a posto?

Peccato, non e’ cosi’ semplice! E se stringe il cuore vedere quelle povere mucche stremate da anni di sfruttamento per la produzione di latte, col cuore spezzato, di anno in anno, per il vitellino che viene loro strappato a pochi giorni dalla nascita (uno ogni anno, appunto), vederle cercare di camminare, non farcela, cadere, venir trascinate malamente nei camion, giacere in mezzo al fango incapaci di alzarsi…
se stringe il cuore, vedere tutto questo, e’ bene sapere che la soluzione NON e’ quella di ammazzare le mucche sul posto, anziche’
trasportarle, cosi’ come richiederebbe la legge!

Ammazzare le mucche sul posto non cambia di una virgola la loro vita precedente, piena di sofferenza e sfruttamento, non cambia il fatto che dopo 6-7 anni di vita vengono ammazzate per farne hamburger (in natura vivrebbero da 20 a 40 anni), non rende giusto quel che viene fatto loro, non restituisce loro i figli che sono state costrette a partorire e che sono stati portati via a pochi giorni di vita per finire imprigionati in un allevamento intensivo e macellati a 6 mesi per diventare "carne bianca".

E quindi, non sono colpevoli solo gli allevatori, che sono esecutori e basta, ma sono piu’ colpevoli i mandanti, cioe’ chi, comprando i prodotti di questo sfruttamento e questa morte, implicitamente da’ l’assenso a questo comportamento. O credete che sia possibile continuare a consumare carne, latte, formaggio ai livelli attuali, e a basso costo, senza che questo genere di allevamento diventi obbligatorio (sia per le quantita’ prodotte che per il basso prezzo di vendita)? Se lo credete:
sveglia, siamo nel mondo reale! Nel mondo reale questo e’ possibile facendo fare alle mucche questa "vita":

http://mediacenter.corriere.it/MediaCenter/action/player?uuid=7cef8562-a713-11db-a4cc-0003ba99c53b
Filmato sul sito del Corriere della Sera

http://www.tgcom.mediaset.it/video/popup/videopopup23967.shtml?init=true&mode=adsl&id=23967#
Filmato sul sito del TGCom

(se il vostro programma spezza su piu’ righe le linee lunghe, vedrete i link qui sopra spezzati, ma basta che togliate l’a capo per avere il link giusto)

E allora, se, nel mondo reale, volete, anziche’ contribuire a questo massacro e dar soldi a chi lo compie, cercare di diminuirne la portata, c’e’ una cosa, una cosa sola da fare. Non controlli della polizia, non leggi dello Stato, che non cambiano nulla, perche’ tutto continuera’ come ora finche’ i livelli di consumo saranno questi. Una cosa sola, che potete fare voi, senza che nessuno debba dare il benestare dall’alto: diminuire i consumi di tutti i prodotti animali. Tutti.

Diminuire quanto? Piu’ che potete. Piu’ queste immagini vi fanno male, piu’ vi fanno crescere dentro lo sdegno per una sofferenza e una morte gratuite, non necessarie, piu’ sentite, in voi, l’empatia verso questi animali che non hanno mai fatto male a nessuno, e che sono in grado di soffrire come ciascuno di noi, come il nostro cane, come il nostro gatto…. piu’ sentite questo, piu’ facile vi sara’ evitare di comprare e consumare prodotti che hanno causato la loro sofferenza e la loro morte. Quando avrete diminuito questo consumo del 100% sarete vegan. Ma anche prima, prima di arrivare al 100%, avrete fatto qualcosa per questi
animali, ne avrete salvati, diminuendo i consumi.

Consigli pratici per iniziare a fare questa scelta:
http://www.vegfacile.info.

Chi questa scelta l’ha gia’ fatta, per favore, scriva alla redazione dei TG o dei giornali che hanno riportato questa notizia, testimoniando che l’unica possibile soluzione e’ quella di diminuire i consumi. Perche’ la denuncia di questo stato di cose ha senso solo se serve a far capire alle persone cosa possono fare per evitarlo, altrimenti e’ solo
un’occasione sprecata! Fatevi sentire, per favore, e’ importante!

Potete scrivere a:
lettere@corriere.it, redazione@tgcom.it, direttoretg2@gmail.com,
direttoretg3@rai.it
oppure, col ";" come separatore:
lettere@corriere.it; redazione@tgcom.it; direttoretg2@gmail.com;
direttoretg3@rai.it

Grazie!

Questo destino non capita solo alle mucche, ma a tutti gli animali, specie i bovini, che essendo piu’ grossi e pesanti risentono di piu’, al momento del trasporto, dell’incapacita’ di muoversi. Esiste un nome, per tutti questi animali, si chiamano "downers" (in italiano si traduce con "a terra"), e il loro destino e’ uguale in tutto il mondo.

Sul sito AgireOra abbiamo riportato anche un racconto, che abbiamo tradotto diversi giorni fa da un sito americano, e oggi e’ il momento giusto per pubblicarlo, dato l’argomento. La vicenda si svolge negli USA, ma potrebbe benissimo svolgersi qui, come avete visto dai filmati: ogni posto del mondo e’ uguale, per gli animali allevati per essere uccisi.

Il racconto e’:
Una mucca "a terra": questa storia vi cambierà la vita e si trova qui:

http://www.agireora.org/info/news_dett.php?id=131

Annunci

Cerco casa: cucciolo di labrador cerca DISPERATAMENTE casa

22/01/2007

ADRI, UN LABRADOR CON UN PASSATO DURO ALLE SPALLE CERCA PADRONE
Il cucciolo ha 8 mesi e una complicata operazione alle spalle. Oggi però sta molto bene.

18 gennaio 2007 – Ciao, mi chiamo Adri è sono un labrador di poco più di otto mesi, una sera di Novembre sono stato investito da una macchina mentre stavo giocando con i miei padroni, dopo un lunghissimo intervento alla schiena mi sono svegliato nella gabbia della clinica veterinaria, e da allora, ed è passato tanto tempo, questa è la mia nuova casa.
Ti racconto meglio i dettagli della mia disavventura, prima l’incidente e l’operazione e dopo che sono trascorse le settimane necessarie per le terapie la guarigione non si è fatta attendere. Mi sono rimesso quasi completamente, o meglio le mie gambe funzionano di nuovo bene ed io potrei finalmente correre ma purtroppo ho perso la capacità di controllare la cacca e la pipì così i miei vecchi padroni hanno deciso che non potevano più tenermi con loro.
Vivo tutto il giorno sempre chiuso in gabbia sempre facendomi tutto adosso, perchè non riesco a fare altrimenti, non posso uscire e correre, qualche volta i medici e i volontari mi vengono a fare delle coccole ma le devono limitare perchè appena mi agito tutto inorno faccio un disastro.
Abbiamo provato a trovare insieme a loro un nuovo padrone che avendo un bel giardino si potesse prendere cura di me e delle mie difficoltà, ma ogni tentativo fatto anche nei posti più lontani non ha sortito alcun risultato; le settimane passano ed io non ne posso proprio più ho deciso che è meglio lasciarmi morire lentamente piuttosto che continuare a pensare come sarebbe stata felice la mia vita senza quella maledetta sera di Novembre, ho anche convinto i miei amici medici che se tra qualche settimana non succede un miracolo devono darmi loro una mano a non soffrire più.
Lo so che sono un caso disperato praticamente impossibile ma proprio dalla disperazione e dalla consapevolezza della mancanza di futuro che voglio prima provare a percorre ogni possibile via, ti prego se puoi aiutami a far sapere che voglio continuare a vivere a corre e giocare e che magari un giorno amato e accudito potrei anche migliorare dal mio problema.
Vostro

Adri

Image Hosted by ImageShack.us

[Tutta Italia] Cerco casa: Peluche, cagnolina maltrattata, buonissima

22/01/2007

Questa dolcissima peluche non ha ancora un nome. è stata appena raccolta dai volontari di pisa dopo essere stata praticamente massacrata da un cacciatore. lei aveva fatto l’errore e di finire in una tagliola e,
soffrendo l’indicibile, urlava di dolore. lui le ha fracassato il cranio a badilate.
Purtroppo, ne ha subito ripercussioni neurologiche: non vede bene, spesso gira su se stessa. Malgrado sia giovane (non più di 2 anni), è di facile gestione anche per persona anziana, meglio se con giardino o
terreno recintato perché è terrorizzata dal guinzaglio…ma chi può dire che cosa ha dovuto subire nella sua breve vita?
come sempre adottabile in tutta italia con disponibilità a collaborare al viaggio, come sempre previ controlli pre e post adozione.
grazie a tutti

CONTATTARE: Daniela ali@ali-comunicazione.com

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

[Nord Italia] Cercano casa: Jackie e Ugo.. adozioni separate

22/01/2007

JACKIE (urgente!!!)

Jackje,meticcio maschio di tre anni ,di taglia media, viveva libero sino a poco tempo fa,ma era un pericolo per la strada, felice incurante e inconsapevole di poter finire sotto una macchina. Dopo esser stato portato dall’accalappiacani in canile dove si stava lasciando morire, si trova temporaneamente in una pensione.
Ora è in una gabbia, disperato, vuole uscire e non mangia. o non riesco nemmeno più a fargli fare la passeggiata perché quando lo devo riportare là dentro mi strazia il cuore e lui cerca in tutti i modi di non entrarci ! non posso pensare che la sua vita sarà  là dentro, morirà  di dolore, di inedia e di solitudine. Cerco disperatamente una famiglia con tempo e pazienza da dedicargli… che lo includa nella propria vita,che lo coccoli e che lo ami come si merita. Ha un carattere eccezionale,dolce,va d’accordo con tutti,umani e suoi simili… è un piccolo unico,di una dolcezza inesprimibile a parole..
Adottabile nel nord Italia con modulo di affido e controlli post adozione.
Per info contattare:
suenopequeno@yahoo.it

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

UGO

Vi prego non abbandonatemi!!!
sono un cane di tredici anni e ancora tanta voglia di vivere. ho passato dodici anni assieme al mio padrone che e’ andato prematuramente in cielo e io mi sono trovato solo con tanti ricordi e tanta tristezza nel cuore. a novembre avevo trovato una famiglia pronta a darmi l’amore e l’affetto di cui avevo bisogno, ora non possono più tenermi e io sono di nuovo orfano e di nuovo in cerca di amore e affetto. sono molto buono e sto bene in giardino, so che sono anziano ed e’ difficile trovare una famiglia che mi adotti, e’ proprio per questo che vi chiedo disperatamente di aiutarmi!!! non voglio finire in canile, mi lascerei andare perchè per me non ha senso vivere se non con delle persone da amare e alle quali dimostrare il mio affetto e la mia devozione. io mi chiamo Ugo, questa e’ la mia foto. aspetto fiducioso una vostra telefonata che mi salverà la vita. grazie.

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

[Tutta Italia] Cerco casa: Pallino, salvato da un canile lager

22/01/2007

Dopo che lo abbiamo fatto uscire dal canile lager, curato e messo in pensione (vitamine e cibo a volontà) per un mese o più….ecco come il" piccolo rospo è diventato un principe".
E’ bellissimo, meraviglioso, fantastico, dolce, afffettuosissimo, è…è…..è pronto per essere adottato.
Su su , quale famiglia lo amerà????? Ora si trova a Roma, ma lo portiamo ovunque!

anna  anna.diletto@telecomitalia.it
alessandra
alexia3466@email.it

Pallino com’era prima.. e com’è ora!!
Free Image Hosting at www.ImageShack.us Free Image Hosting at www.ImageShack.us

[Tutta Italia] Cerca casa: pastore tedesco giovane e bellissimo

22/01/2007

PASTORE TEDESCO  giovane – neanche un anno -. bellissimo,  l’abbiamo trovato, malnutrito e disorientato, per le campagne, ma ha recuperato immediatamente il suo splendore.
E’ un pastore tedesco puro, equilibrato anche se con la caratteristica territorialità della sua razza e vive ancora dietro le sbarre. E’  troppo giovane per vivere recluso, soffre moltissimo e temiamo seriamente che il carattere possa peggiorargli.

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Cerco casa: Briciola e Tinori

22/01/2007

Queste due adorabili cagnoline cercano disperatamente casa.. non facciamolie finire in canile…
Si chiamano Briciola e Tinori.

Free Image Hosting at www.ImageShack.us  Free Image Hosting at www.ImageShack.us

[VE] Cerco casa: cagnolino di 1 anno e mezzo al max

22/01/2007

Poco prima di Natale ho trovato un cagnolino, siccome aveva male ad una zampa l’ho fatto operare e adesso si sta riprendendo molto bene comincia un pò alla volta ad appoggiarla, visto che comunque nemmeno prima era abituato ad usarla.Purtroppo io non posso tenerlo ci sarebbe una maniera di farlo adottare? E’ un cane dolcissimo una taglia medio piccola e bianco e nero. Il microchip l’ho già fatto mettere e ha fatto anche tutte le vaccinazioni, il cagnolino ha un 1 anno massimo 1 e mezzo e si trova ora a Torre di Mosto (Ve). Tania: taniaparci@hotmail.com

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Importante! Petizione per finirla con la vivisezione

22/01/2007

Nel 1986 il Consiglio Europeo ha adottato la Direttiva 86/609/CEE relativa alla protezione degli animali utilizzati a fini sperimentali e per altri scopi scientifici. La Direttiva regolamenta l’utilizzo degli animali da laboratorio nell’UE ma, risalendo a 20 anni fa, è assolutamente datata e necessita urgentemente di una revisione, che avra’ luogo entro qualche mese.
L’iniziativa "Sostituzione degli esperimenti su animali in Europa" fa pressione sui legislatori dell’UE affinchè sfruttino questa opportunità impegnandosi a sviluppare ed implementare metodi che non comportino l’uso di animali e che potrebbero salvare milioni di animali da laboratorio e migliorare la qualità della ricerca e della sperimentazione.
L’iniziativa si basa su una petizione lanciata in tutta Europa: AgireOra Network collabora con la traduzione in italiano della petizione e la sua diffusione in Italia.
E’ estremamente importante riuscire a dimostrare che i cittadini dell’UE desiderano porre fine agli esperimenti su animali in Europa. L’iniziativa intende raccogliere migliaia di firme e portare il messaggio di tutti i firmatari direttamente a Bruxelles in un momento chiave del processo legislativo.

Promotore
L’iniziativa e’ promossa dal Dr Hadwen Trust for Humane Research (Fondazione Dr. Hadwen per una Ricerca Umanitaria), appoggiato da vari gruppi per la protezione di animali e consumatori di tutta Europa.

Cosa puoi fare tu
Sottoscrivere la petizione on-line alla pagina
http://www.endeuanimaltests.org/lan…talian/sign.php e invitare quante piu’ persone possibile a fare altrettanto.

Scaricare il modulo cartaceo per la raccolta firme e raccoglierle ai tavoli informativi, in famiglia, tra i propri conoscenti, in ogni modo possibile! Sulla petizione e’ indicato l’indirizzo a cui spedirla. Puoi scaricarla alla pagina: http://www.endeuanimaltests.org/lan…/ItalianPDF.pdf

Pubblicizzare sul tuo sito questa iniziativa, alla pagina in italiano del sito inglese: http://www.endeuanimaltests.org/lan…alian/index.php

Sempre a proposito di vegetariani…

21/01/2007

 CARISSIMI, VI INVITO A LEGGERE E A DIVULGARE IL DOCUMENTO CHE VI INVIO

LUNGA VITA A VOI DA FL

 

L’ INTELLIGENZA DEI VEGETARIANI (LO SAPEVAMO)

di Franco Libero Manco

 

Il Corriere della Sera il 7 gennaio 07 ha pubblicato un breve articolo dal titolo “I  più intelligenti scelgono la dieta vegetariana” in cui sta scritto: Chi ha un buon quoziente intellettivo (QI) a dieci anni ha maggiore probabilità di diventare vegetariano da grande. Lo suggerisce uno studio pubblicato sulla rivista British Medical Journal. La ricerca ha preso in considerazione oltre ottomila uomini e donne (dei quali si conosceva il quoziente intellettivo a dieci anni) che a trenta hanno risposto ad un questionario sulla loro propensione al vegetarismo.

 

Sulla rivista settimanale “Viversani” del 12 stesso anno, viene ripreso l’argomento con un articolo dal titolo “Vegetariani, da bambini erano più intelligenti” in cui si dice: Secondo uno studio pubblicato sul British Medical Jiurnal chi diventa vegetariano prima dei 30 anni, probabilmente da bambino aveva un quoziente intellettivo superiore al normale (con una media di 5 punti in più). Lo studio ha coinvolto più di 8.000 persone che all’età di 10 anni erano state sottoposte ad un test di intelligenza. Dopo 20 anni è stato preso in considerazione il loro tipo di alimentazione. Si è scoperto che i maschi vegetariani avevano totalizzato 106 punti, contro i 101 dei non vegetariani, mentre le donne vegetariane 104 punti contro i 99 delle non vegetariane. I ricercatori sostengono che questa è la dimostrazione scientifica del fatto che le persone più intelligenti sono anche le più sane (eliminare la carne, infatti, porterebbe benefici a cuore e arterie).

 

Da notare che se basta essere vegetariani per aumentare la propria positiva intelligenza con l’essere vegani non si può che ottenere il massimo dei benefici. Infatti il prof. Armando D’Elia nel suo libro “Miti e realtà dell’alimentazione umana” dichiara: Ricercatori dell’Università di Oxford, dopo una lunga serie di test condotti su studenti, hanno individuato il rapporto esistente tra il pH del sangue che nutre il cervello e l’acume intellettivo rivelando che tale acume aumenta proporzionalmente alla “basicità” del sangue  che arriva al cervello. L’alimentazione tradizionale, a causa soprattutto della carne è, in quanto a rendimento finale, acidogena, con un pH sensibilmente inferiore a 7. Il sangue dell’uomo in salute richiede in permanenza un pH alcalino superiore a 7, aggiratesi all’incirca su 7,35. Se tali riserve mancano o sono insufficienti l’organismo ricorre alle sue riserve alcaline prelevando il  calcio e il magnesio  dalle ossa, dei denti, delle unghie ecc. provocando osteoporosi, carie dentarie ecc.. Acidificanti sono, oltre allacarne e al pesce, anche i cereali e i loro derivati, formaggi, legumi, zucchero industriale, le uova, il caffè l’alcol, l’aceto, lo yogurt. Sono invece alcalinizzanti tutta la frutta fresca, la frutta secca, tutti gli ortaggi a foglia o a radice,le mandorle, le patate.Lla scoperta degli scienziati di Oxford ci permette ora di sostenere con maggiore convinzione che il vegetarismo aumenta, oltre la speranza di vita anche la nostra intelligenza.Da rammentare, inoltre, che l’energia necessaria all’attività dei 100 miliardi di cellule mediamente presenti nel cervello umano è fornita da circa 200 grammi quotidiani di glucosio, combustibile ricavabile solo dagli alimenti di origine vegetale (ad eccezione del latte che lo contiene combinato con il galattosio).

Poi il prof. D’Elia riporta nel suo libro un lunghissimo elenco di illustri personaggi della storia (filosofi, santi, eroi, scienziati, poeti, scrittori ecc. ecc. i pilastri della cultura e della spiritualità universale del mondo, che sono stati, o sono, vegetariani. Ed egli sostiene che sia stata proprio il tipo di alimentazione adottata a favorire in loro lo sviluppo di un’intelligenza fuori dal normale. Io invece sostengo che proprio perché avevano, questi grandi personaggi, un’intelligenza fuori dal normale hanno scelto di essere vegetariani. E se fossimo anche modesti saremmo perfetti. (Una sviolinata a nostro favore ogni tanto ci fa bene).