Archive for marzo 2011

Fa che sia una dolce Pasqua anche per i cani e gatti dell’Aquila!

31/03/2011
   
 

 
Lega Nazionale per la Difesa del Cane di L'Aquila
& le Cucce Felici presentano

le dolcezze di Pasqua, edizione 2011


    Cari amici,
per noi questo è un anno speciale: 20 anni fa nasceva la Sezione di L'Aquila della Lega Nazionale per la Difesa del Cane, e vorremmo iniziare i festeggiamenti per questa ricorrenza nel modo più dolce.
E allora cominciamo: da oggi è possibile prenotare le dolcezze di Pasqua delle Cucce Felici, già visibili sul nostro sito, che presto verranno consegnate ai distributori che ci supportano.
Anche quest'anno ci sono per voi un sacco di cose buone, tutte realizzate artigianalmente.
E come sempre le vostre donazioni sosterranno il Rifugio di Paganica (AQ), gestito dalla Lega del Cane di L'Aquila, con i suoi 400 ospiti.

Le Uova: 250g di squisito cioccolato con sorpresa, offerta minima di 7 euro.
le uova delle Cucce Felici sono disponibili in cioccolato al latte, e su prenotazione anche in cioccolato bianco o cioccolato fondente.
N.B.: le uova sono estremamente FRAGILI e potrebbero arrivare rotte se spedite.

La ColomBau: colomba artigianale, una dolce morbidezza da 1kg, offerta minima di 10 euro.

il Rosone di Collemaggio: tavoletta di cioccolato al latte decorata (100g), offerta minima di 5 euro.
Cos'è il Rosone di Collemaggio? La Basilica di Collemaggio è una chiesa di L'Aquila ed è uno dei simboli più importanti della nostra città, rimasta anch'essa ferita nel sisma. Ci piace raccontarvi un po' di noi anche in questo modo: con una tavoletta di cioccolato.

Pasquale l'Agnello: a Pasqua che agnello sia, ma solo di zucchero!
Pasquale, l'agnello delle Cucce Felici, è una statuetta di zucchero da 100g, offerta minima di 4 euro.

Abbiamo messo a disposizione di chi vorrà regalare o regalarsi queste golosità diverse possibilità per prenotarle o ricevere informazioni:

    ● online, scrivendo a info@cuccefelici.com o chiamando il 329.9064859
    ●
A L'Aquila,
            ● Segreteria di Sezione (info@cuccefelici.com – 329.9064859)
            ● F.lli Rossi, di Rossi Italo – Via P.Te Rosarolo, L'Aquila; 0862.200618

            ● il Giardino di Venere – Via Celano, 11 – zona Torretta, L'Aquila; 0862.25195
            ● Krisma's Animal Fashion – Via Lussemburgo, 13 – Pettino (AQ) – tel.: 0862.315662
            ● Copisteria Stella degli Elfi – Via Vetoio, 24 – Coppito, zona Università (AQ) – tel.: 0862.316692
            ● New Art Café – Via Vetoio, 40 – Coppito, zona Università (AQ) – tel.: 0862.319173

    ● A Milano e hinterland, contattando Mirjam: 329.6390924 – mirjam@cuccefelici.it.

Per qualsiasi informazione, visitate il nostro sito www.cuccefelici.com e non esitate a contattarci: vi aspettiamo numerosi!!!

A presto,
Lo Staff delle Cucce Felici & la Lega Nazionale per la Difesa del Cane Sez. di L'Aquila

Le donazioni sosterranno l'Associazione nella gestione del Rifugio con i suoi 400 ospiti e renderanno possibili le tante attività sul territorio; potranno essere effettuate sul conto corrente postale o sul conto paypal della Sezione di L'Aquila della Lega Nazionale per la Difesa del Cane.

Annunci

Una poesia felina

29/03/2011

Ron a un annoIl gatto in un appartamento vuoto
(Wislawa Szymborska n. a Bnin, Polonia il 2/7/1923)

Morire – questo a un gatto non si fa.
Perché cosa può fare il gatto
in un appartamento vuoto?
Arrampicarsi sulle pareti
strofinarsi contro i mobili?
Qui niente sembra cambiato,
eppure tutto è mutato.
Niente sembra spostato,
eppure tutto è fuori posto.
La sera la lampada non è più accesa.
Si sentono passi sulle scale,
ma non sono quelli.
Anche la mano che mette il pesce nel piattino
non è quella di prima.
Qualcosa non comincia
alla sua solita ora.
Qualcosa non accade
come dovrebbe.
Qui c'era sempre qualcuno, sempre,
e poi d'un tratto è scomparso,
e si ostina a non esserci.
In ogni armadio si è guardato.
Si è cercato sulle mensole
e infilati sotto il tappeto

ma non ha portato a niente.
Si è perfino infranto il divieto
di  entrare nell'ufficio

e si sono sparse carte dappertutto.
Cos'altro si può fare.
Aspettare e dormire.
Che provi solo a tornare,
che si faccia vedere se osa!
Deve imparare che

questo non si fa a un gatto.
Gli si andrà incontro
con aria distaccata

un po' altezzosi,
come se non lo si vedesse camminando lentamente,
sulle zampe molto offese.

E soprattutto
non un salto né un miagolio.
Almeno non subito.

grazie a Gemisto per la segnalazione
nella foto c'è sempre il mio gattone

Aforismi felini

27/03/2011

  Ron

 

Un piccolo gatto trasforma il ritorno in una casa vuota nel ritorno a casa (P. Brown) 

La cosa veramente grandiosa dei gatti è la loro infinita varietà. Uno può scegliere un gatto che si adatti a quasi tutti i tipi di decorazione, reddito, personalità, umore. Ma sotto la pelliccia si trova ancora – sempre uguale- uno degli spiriti più liberi del mondo. (E. Gurney)
 
Un gatto è un gentiluomo: elegante nell’atteggiamento, dalle maniere squisite e la biancheria immacolata e con una passione per i combattimenti corpo a copro, sfrenate storie d’amore, duelli al chiar di luna e canti di gioia (P. Brown)

grazie a Ilary per la collaborazione
nella foto c'è il mio gattone

Cuccioli dall’est seviziati e venduti malati, chiesto il processo per 9 persone

24/03/2011

Strappavano i cuccioli di poche settimane alle madri, li stipavano in gabbie senza acqua pertrasportarli dall'est Europa a Milano e a Torino e li imbottivano di medicine utili solo a nascondere le malattie di cui soffrivano. Il tutto per rimetterli sul mercato come se fossero cani o gatti italiani e rivenderli a caro prezzo a persone ignare del rischio che i loro animali potessero addirittura avere la rabbia. Queste le accuse contestate a nove persone – tra allevatori, rivenditori e veterinari – che secondo il pubblico ministero Nicola Balice avrebbero messo in piedi una vera e propria associazione per delinquere.

Tra loro figurano i proprietari, marito e moglie, di un negozio per animali di via Padova a Milano. Per tutti è stata firmata ora la richiesta di rinvio a giudizio. In base a quanto ricostruito dagli inquirenti, in totale spregio delle disposizioni comunitarie, gli indagati importavano dalla Repubblica slovacca cuccioli di cane, ma anche gatti, munendosi di passaporti per animali compilati con dati falsi relativamente alla data di nascita degli animali, all'esecuzione delle vaccinazioni obbligatorie per la prevenzione della rabbia e alle condizioni di salute. Il tutto per lucrare sui prezzi differenti del mercato italiano rispetto a quello dell'est europeo e creando un "potenziale pericolo per la salute pubblica", si legge nei capi di imputazione, perché talvolta i cuccioli non erano stati sottoposti all'obbligatoria vaccinazione contro la rabbia.

L'organizzazione si sarebbe avvalsa dei servigi di due veterinari. Il primo avrebbe iscritto in modo illegale i cuccioli all'anagrafe canina lombarda, omettendo di rilevare la loro effettiva età e le eventuali patologie di cui soffrivano; avrebbe somministrato il vaccino contro la rabbia pochi giorni dopo l'importazione, senza sapere se fossero già stati vaccinati come prevede la legge; e avrebbe consegnato senza prescrizione ai negozianti medicinali a uso umano e animale perchá camuffassero le malattie dei cuccioli. Il secondo, oltre ai farmaci, avrebbe affidato a un allevatore torinese i microchip per l'identificazione dei cuccioli e formato libretti di vaccinazione con il suo timbro e la sua firma in bianco.Il pm accusa tutti gli indagati, senza differenze, di aver sottoposto "un numero imprecisato ma tuttavia rilevante di animali a sevizie e fatiche insopportabili", tra l'altro "sottoponendoli a trattamenti vaccinali ripetuti e somministrando medicinali al solo scopo di ritardare la scopertadi patologie in atto".

da http://affaritaliani.libero.it

Emergenza animali in Giappone

19/03/2011

La sensibilità verso gli animali non è venuta meno, pure in questo frangente dell'immane catastrofe avvenuta in Giappone:

PDF – Aiuti per gli animali

… e gli animali stessi riescono ad essere esempio di solidarietà:

Video – Il cane che si rifiuta di abbandonare il compagno ferito

DA WIKIPEDIA: […] Il grande rispetto di Gandhi per gli animali è essenzialmente dovuto alla convinzione che uomini e animali siano allo stesso modo creature di Dio ― sensibili alla gioia e al dolore ― e che il progresso morale dell'uomo consista perciò nell'amare e nel tutelare le altre creature:

« La grandezza di una nazione e il suo progresso morale possono essere valutati dal modo in cui vengono trattati i suoi animali.»
Gandhi

Grazie all'amica Happy Cure per la segnalazione

Un’attrice vegana da Oscar

14/03/2011

Natalie Portman è rigorosamente vegetariana, anzi, vegana quindi non mangia carne -e nemmeno i formaggi perchè "sono preparati trattando il latte con gli enzimi degli animali"- e va pazza per l'hummus


Meno glamour ma più biologica, Natalie si è associata lo scorso marzo con la marca newyorkese Te Casan per creare una linea di scarpe ecologiche, senza nessun componente animale (né pelle, né piume, né pelliccia). Il 5% dei profitti sarà versato a un'associazione per la protezione della natura.

grazie Valeria per la segnalazione

Beast, il cane più famoso di Facebook

08/03/2011

Questo cucciolo è il più famoso di Facebook: è stato adottato poco tempo fa da Mark Zuckerberg, il fondatore di Facebook, e ha una sua pagina fan sul social network.

In poche ora ha collezionato oltre 20mila fan.
Un vero record per un cucciolo.

5×1000 a ENPA

07/03/2011

La tua firma può trasformarsi in un piccolo miracolo per gli animali che, ogni giorno, ci danno molto senza chiedere niente in cambio, donando amore e fedeltà incondizionati.
 
Può diventare cibo, cucce, medicinali e tutto il necessario per accudire i 20.000 trovatelli che ENPA accoglie dal 1871 attraverso più di 150 sezioni e oltre 40.000 soci in tutta Italia.
 
Pur essendo la più antica e grande associazione per la tutela degli animali legalmente riconosciuta, non riceve finanziamenti governativi e sopravvive solo grazie ai contributi delle persone sensibili alle necessità ed ai diritti degli animali.  

 
GLI ANIMALI NON HANNO SANTI IN PARADISO,
AIUTARCI A PROTEGGERLI SULLA TERRA:
 
FAI UN GESTO UMANO AL 100X100
DESTINA
 IL TUO 5X1000 A ENPA
scrivendo
80116050586
e firmando nella casella
“sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale…”

We Save The Bees (Salviamo le api)

06/03/2011

Riguardo un precedente post di gennaio, Salviamo le api, ho trovato in commento questa importante informazione e trovo giusto sottoporla all'attenzione di tutti voi amici .  Ringrazio il Sig.Aldo Regolo per questa iniziativa, se volete potete anche voi divulgarla.
Ecco il testo:

Con la presente vorrei sottoporre alla Vs. attenzione il seguente video di "Comunicazione Sociale" “La gerarchia dell'alveare” eseguita da Zuleika , con disegni realizzati da alunni delle scuole del Piemonte e del Friuli (vedi: http://www.wesavethebees.eu/fotogalleryApeDOro.asp)

Il testo della canzone è ispirato dall’ attuale problema della moria delle api.
Questo insetto molto importante per la salvaguardia del nostro eco-sistema è messo a dura prova dall’ inquinamento chimico e dalle onde elettromagnetiche.
Di questo problema, oltre ai vari organismi nazionali e universitari, se ne è occupata anche la Comunità Europea grazie al lavoro di un gruppo di esperti indipendenti.
“ We Save The Bees “ è il titolo del loro appello ai vari esponenti europei – e non solo – per la salvaguardia di questo importante “insetto” che è una “sentinella” della salute del nostro territorio ed eco-sistema.
Come si vede, il tema trattato non è banale o superficiale, ma ci informa sul pericolo che il ns. pianeta e l’uomo corrono per l’ eventuale scomparsa dell’ ape. Nel riprendere il concetto espresso da Einstein, “ se scompare l’ ape, per l’ uomo rimangono solo quattro anni di vita “ , si può capire quanto per l’uomo la scomparsa di questo insetto sia una tragedia che potrebbe portare grandi conseguenze e forse anche alla sua estinzione. Comunque vogliamo dare un segnale di speranza, non solo per l’ ape, ma anche per l’ umanità. Finché ci sono persone e enti sovranazionali sensibili a queste ed altre problematiche che riguardano la “salute” del pianeta e dei suoi abitanti e che si battono per mantenere entro un giusto equilibrio e con un’ ottica ecologica lo sviluppo “industriale e civile” dello stesso, abbiamo anche la speranza di poter consegnare alle future generazioni un mondo migliore.
Ringrazio per la Vs. attenzione e rimango a disposizione per qualsiasi informazione e chiarimento. Cordialmente.
Aldo Regolo
i nostri contatti: info@wesavethebees.eu
salviamoleapi@ucepe.eu
Tel. +39- 392 73 68 947
il nostro conto corrente postale per un piccolo aiuto alla ricerca per debellare la varroa destructor:
C.C. postale N. 68375310 intestato a: A.S.C.D.S.G. Causale: salviamo le api

Corteo nazionale contro la vivisezione domani a Milano!

04/03/2011

PARTECIPATE TUTTI. POCHE ORE DA DEDICARE AI BEAGLE ALLEVATI A GREEN HILLS E A TUTTI GLI ANIMALI VIVISEZIONATI OGNI GIORNO IN NOME DI UNA FALSA SCIENZA E DEL PROFITTO.
Il corteo del 5 marzo vuole essere un momento per porre di nuovo sotto i riflettori le responsabilità di Regione e Asl, ma soprattutto per dare visibilità al destino di tutti gli animali che muoiono nei laboratori ogni giorno e portare l’istanza antivivisezionista in quella che è la capitale della tortura.
Nella sola Lombardia sono infatti presenti 130 laboratori e ben 3 allevamenti di animali destinati alla vivisezione.
E’ ora di dire basta a queste torture!
Basta vivisezione, adesso!
Coordinamento Fermare Green Hill
SABATO 5 Marzo 2011 – Milano
CORTEO NAZIONALE CONTRO LA VIVISEZIONE Per la chiusura di Green Hill e di tutti gli allevamenti di animali destinati ai laboratori

Concentramento ore 15.00 in Piazza Duca D’Aosta (piazza della Stazione Centrale). Milano