Archive for the ‘curiosità’ Category

LONDRA: FILA IN LIBRERIA PER L’AUTOGRAFO DEL GATTO BOB

20/03/2012

Grande successo a Londra per Bob, il gatto rosso protagonista del romanzo “A street cat named Bob” (in vendita dal 15 marzo, edito da Hodder & Stoughton). I fan hanno fatto la fila davanti a una libreria per l’autografo dell’autore, James Bowen, ma soprattutto per l’impronta di Bob, che si è lasciato coccolare dai tanti ammiratori.

Il libro racconta della vita in strada di James, musicista di 27 anni, un passato di alcol e droga, che sopravvive raccogliendo qualche spicciolo suonando la chitarra a Covent Garden.
Tutto cambia nel 2007 quando incontra un gatto rosso impaurito e malato, che vive in strada come lui. James decide di prendersi cura dell’animale che decide di chiamare Bob.
Dopo qualche tempo, quando prova a separarsi da lui, Bob lo segue instancabile, ovunque. A James non rimane che arrendersi: sarà l’inizio di una meravigliosa amicizia e tante avventure.
Il libro non gli ha ancora cambiato la vita, racconta James: Bob ha una pagina su Facebook e un profilo Twitter, insieme continuano a suonare negli angoli delle vie, ma forse qualcosa cambierà presto, per entrambi. 
 
di Rita Celi
repubblica.it
Annunci

A Mosca c’è il primo ristorante per cani e gatti

16/08/2011


Cibi prelibati su piatti di porcellana. Da innaffiare anche con 'vino e birra'

Primo ristorante per cani e gatti a Mosca: si chiama Grum Rum e ha aperto i battenti nell'elegante boulevard Petrovski. Gli animali potranno gustare su piatti di porcellana, imboccati dai loro padroni, prelibatezze come il carpaccio di vitello o tonno e la tartare di filetto di manzo su un cuscino di legumi o verdure.

Piatti da innaffiare con ''vino'' o ''birra'' analcolici (in realta' si tratta di brodi di carne). I prezzi variano da 750 a 1.000 rubli (da 16 a 25 euro). Prima o dopo il pranzo c'e' anche la possibilita' di fare la toelettatura. Insomma, servizio completo. Il locale offre un menu pure per i padroni delle bestiole. Tra i primi visitatori l'anchorwoman russa Svetlana Khoneghen, con i suoi due yorkshire.

Un’attrice vegana da Oscar

14/03/2011

Natalie Portman è rigorosamente vegetariana, anzi, vegana quindi non mangia carne -e nemmeno i formaggi perchè "sono preparati trattando il latte con gli enzimi degli animali"- e va pazza per l'hummus


Meno glamour ma più biologica, Natalie si è associata lo scorso marzo con la marca newyorkese Te Casan per creare una linea di scarpe ecologiche, senza nessun componente animale (né pelle, né piume, né pelliccia). Il 5% dei profitti sarà versato a un'associazione per la protezione della natura.

grazie Valeria per la segnalazione

Beast, il cane più famoso di Facebook

08/03/2011

Questo cucciolo è il più famoso di Facebook: è stato adottato poco tempo fa da Mark Zuckerberg, il fondatore di Facebook, e ha una sua pagina fan sul social network.

In poche ora ha collezionato oltre 20mila fan.
Un vero record per un cucciolo.

17 febbraio festa dei gatti: perchè proprio oggi?

17/02/2011
nomi glitter
 
Il gatto  è un animale che ha scelto di coinvivere con l' uomo dalla notte dei tempi.
E' stato scelto il mese di febbraio per la festa perché è nel segno dell'Acquario, segno zodiacale degli spiriti liberi, intuitivi ed anticonformisti come solo i gatti sanno essere. Il giorno 17, numero scaramantico perché si può leggere 1 e 7, una vita per sette volte e il gatto, per tradizione popolare, ha sette vite.

Il gatto della gif è il mio mitico Ron che saluta tutti gli a-mici! (a due e 4 zampe).
 

L’incredibile storia di Oscar e di Marine

09/02/2011

Splinder (04/02/2011)                 Due Star     Oscar   e   Marine   
                    Gli animali: questi esseri estremamente sensitivi e percettivi, hanno spesso tali caratteristiche da rendersi utili all'uomo, alla sua salute ed al suo
  Leggi ancora

   
grazie Luiss !

Un gatto da Guinness dei primati!

22/10/2010

«È il gatto più gentile del mondo» ha detto la sua proprietaria Robin Hendrickson, che vive a Reno in Nevada (Usa) alla Associated Press che la intervistava. A vederlo magari appallottolato con quel pelo lungo e soffice deve quasi sembrare un batuffolo. Quasi, perché Stewie è lungo, dalla punta del naso fino all'osso sacro, ben 123,2 centimetri. Una misura che lo ha fatto entrare di diritto nel Guinness dei primati spodestando l'altro gatto della stessa razza Maine Coon che deteneva il titolo con 121,9 cm).

Inutile dire di quanto sia stata felice la Hendrickson, che si è convinta a sottoporlo alla misurazione ufficiale dopo i ripetuti commenti e la solllecitazioni di vicini e conoscenti, tutti stupiti dalla lunghezza del micio. La razza Maine Coon ha notoriamente misure superiori a quelle dei suoi simili: i maschi possono pesare da 7 a 12 kg, le femmine da 5 a 7 kg.

da" Libero news "

17 febbraio: festa del gatto!

16/02/2010
catA scegliere la Festa internazionale del Gatto sono state, nei primi anni 90, le associazioni animaliste.
Fissata a febbraio xchè è il mese dominato da Urano, il pianeta degli spiriti indipendenti, del genio e della sregolatezza, come l’indole del gatto. E poi è il mese dell’Acquario, segno zodiacale di chi è libero, intuitivo e anticonformista. Proprio come solo il gatto sa essere.
La spiegazione del giorno 17 è molto più complicata. L’anagramma di questo numero, a caratteri romani, dà "vixi" E solo il gatto, che ha 7 (o nove) vite può dire, da vivo, "ho vissuto". Altra tesi meno enigmistica: il 17 è un numero scaramantico, si può leggere anche 1 e 7, ossia una vita per sette volte, proprio come le sette vite del gatto, nella sua tipica tradizione popolare.
Secondo un’antica leggenda la nascita del gatto e del suo eterno nemico, il topo, risale ai tempi dell’arca di Noè, in pieno diluvio. In pratica, il patriarca della Bibbia si accorse che i topi minacciavano la dispensa e chiese aiuto al forte e saggio leone. Questi sbuffò, scosse con vigore la sua folta criniera e fece uscire dalle sue narici 2 gatti, maschio e femmina, che risolsero il problema in un baleno. Le prime notizie del gatto domestico risalgono agli Egizi (e va beh, questo lo sapevo anch’io) che gli attribuirono poteri sacri. Fu onorato anche da arabi e cinesi, mentre greci e romani non lo apprezzavano affatto, nel Medioevo poi subì delle vere e proprie persecuzioni. Il gatto è sempre stato legato alla magia, alla superstizione e alla fortuna.
 Per quanto rguarda i gatti neri altro che porta sfortuna! Proteggono dagli spiriti malvagi, almeno stando alle credenze sicule (? boh!) Ecco perchè in Sicilia molti li tengono in casa, proferendo la magica e prodigiosa formula "gatto nero, amico vero!"…

Grazie Mary per questa interessante notizia! (e per la bella foto scattata da tua figlia)

DA HONG KONG LE PRIME OLIMPIADI ‘CANINE’

25/08/2008

Anche i cani sognano la gloria. Contemporaneamente alle Olimpiadi ufficiali di Pechino, Hong Kong ha ospitato i primi Giochi ‘canini’ che si sono conclusi lo scorso weekend.

Corsa ad ostacoli, salto in lungo, nuoto e addirittura tapis roulant. Sono solo alcune delle discipline nelle quali si sono cimentati gli amici a quattro zampe. I cani hanno partecipato all’insolita competizione guidati nei diversi percorsi dai loro padroni e istruttori.

La cerimonia di premiazione si terra’ a fine agosto.

<!–
function init(){
document.FRMautore.link.value = document.location.href;
document.FRMcommento.link.value = document.location.href;

document.FRMautore.title.value = document.title;
document.FRMcommento.title.value = document.title;

document.FRMautore.description.value = getMeta("description");
document.FRMcommento.description.value = getMeta("description");

document.FRMautore.author.value = getMeta("autore");
document.FRMautore.emailauthor.value = getMeta("email");
}

function getMeta(metaname) {
var metas = document.getElementsByTagName('META');
var i;
for (i = 0; i

Imparare dagli animali…

07/04/2008
Questi due ragazzi hanno trovato ed aiutato un leoncino ferito e solo, allevandolo in Inghilterra quand’era un cucciolo.
Ma poi le autorità inglesi, al raggiungimento della sua "maggiore età" li hanno costretti a rimandarlo in Africa, in un parco naturale.
Un anno dopo sono tornati nella riserva.. era stato detto loro che il leone non li avrebbe riconosciuti… e guardate nel filmato cosa è successo. Basterebbe poter imparare solo un centesimo dagli animali…………………..