Archive for luglio 2008

Firmate per salvare la vita a Ciutù!

31/07/2008
Ciutù è un cagnolino indiano. Dicono che è matto. Per questo qualche giorno fa gli uomini lo hanno legato e portato in tribunale, a Purea, nello stato di Biha. I suoi vicini di casa lo accusano di morsicare tutti, e lo vogliono morto. Dicono che disturba la pace. Di nuovo. Ciutù era già finito davanti a un giudice, cinque anni fa, e sempre per lo stesso motivo, e sempre per quei vicini. S’era salvato per un pelo, quella volta: la sua storia aveva commosso gli animalisti di tutto il mondo, che s’erano dati da fare per tirarlo fuori di galera. Era intervenuta perfino il primo ministro Maneka Gandhi. Ciutù era tornato nel suo giardino, da Rajkumari Devi, una vecchina rinsecchita di settant’anni, vedova e senza figli, che lo accudisce come un bambino. “Ciutù fa solo il suo mestiere”, diceva e dice ancora lei. “Morsica sì, ma solo quelli che vogliono metter piede nel mio pianerottolo. Fa la guardia, da bravo cane. Senza di lui io non ho più nessuno. E’ il mio protettore”. Nel 2003 i giudici s’erano commossi. Ma questa volta non si sa. Rajkumari Devi, in Aula, è un tutt’uno con il suo sari sbiadito: una piega unica di carne e di tela. Ma con gli occhietti neri fissa il suo bene, quel cagnolino di otto anni, ormai incartapecorito pure lui, convinto però di voler restare vivo. “I vicini di Rajkumari volevano entrare in casa sua”, ha spiegato l’avvocato Dilip Kumar Deepak. “E lui li ha morsicati. Loro se la sono legata al dito e ora siamo qui”. Il giudice per ora ha rinviato l’udienza: la prossima si terrà il 5 agosto. Nel frattempo, passate parola: si raccolgono commenti e firme per salvare Ciutù.
www.firmiamo.it/salviamociutu

Image Hosted by ImageShack.us

Sardegna: un appello disperato da un lettino d’ospedale.

30/07/2008

Sono Renata, una cagnetta il cui destino ha dato una vita molto sfortunata. Per anni ho vagato per la strada alla ricerca di un pezzo di pane e una pozzanghera d’acqua dove poter bere, spesso ricevevo sassi e urla disumane quando solo decidevo di riposarmi su di un marciapiede.
 Poi il caso ha voluto che venissi portata in un rifugio, all’inizio mi sembrava di essere arrivata in un paradiso ma dopo poco tempo la signora che si occupava di noi cani si ammalò gravemente e così siamo stati trasportati in un canile privato.
 

Quì ho iniziato una vita d’inferno:  cibo razionato, mai una carezza e mai una passeggiata fuori dalla gabbia in cui io e altri cani eravamo rinchiusi. Man mano che passava il tempo mi sentivo sempre più debole e non avevo neanche la forza di alzarmi, trascorrevo le mie giornate rannicchiata in un angolino della gabbia su quel cemento freddo e sempre bagnato.
 Un giorno dei volontari  vedendomi così deperita e mal ridotta, impietositi decisero di portarmi via da lì.
Ma il mio calvario non era ancora finito: da un controllo veterinario risultai malata di leishmania. Iniziai subito la terapia che mi fece star bene illudendomi…
 Ma eccomi  in un letto d’ospedale…, vorrei anche lottare se solo valesse la pena vivere…ma, tornare in canile? Forse meglio lasciarsi morire…se solo anch’io potessi godere per il resto dei giorni che ho da vivere tra le coccole di una famiglia…
 Ci sarà da qualche parte un angelo che voglia prendersi cura di me in questo poco tempo che mi resta da vivere?
 Contattare Beatrice   pau.beatrice@yahoo.it
                Sabrina (su richiesta in commento daremo numero tel. x contatto diretto)
 Se qualcuno volesse contribuire alla colletta per le spese di degenza in ospedale e per l’acquisto dei farmaci può inviare anche pochi spiccioli a
Postepay Sabrina Salvagno 4023600460821111
 Grazie di cuore


Image Hosted by ImageShack.us

[NA] Cerca aiuto Fabbry!

30/07/2008
Per info: anna.diletto@telecomitalia.it

 _____________

questo scrivevamo il 28/4/2008

 

lui è Fabbry,  12/13 anni… 5  kg…..viene dal canile di marano di Napoli.

Un anno fa ,fu buttato fuori dall’auto e chi,aveva visto, riuscì solo a salvarlo e a portarlo in canile e…. raccontare ciò che aveva assistito…

Fabbry è molto piccolo ma quando ti vede cerca di dimostrare la sua grandezza nell’abbaiare, poi…..poi si lascia accarezzare ma…ci vuole tanta dolcezza e tanta pazienza…lui ancora non ha dimenticato quel gesto che dopo 5 anni un umano è stato capace di fare.,troveremo mai chi sarà disposto ad amarlo e a sussurargli piano piano che…..NON TUTTI SIAMO UGUALI ….. 

 

questo scriviamo oggi  30/07/2008

 

Fabbry si è fratturato la mantibola, è stato operato ma, con la sua rabbia ha tirato fuori l’impianto che gli era stato applicato , ora deve essere rioperato.

Fabbry ha bisogno di uno stallo , di una casa, di una persona che gli faccia vivere i suoi ultimi anni con serenità .

un aiuto, un grande aiuto chiediamo per lui. Anche una pensione , anche uno stallo a pagamento, anche …..anche una mano a diffondere.

aiutateci, Fabbry ha bisogno di serenità…non sappiamo quanti anni ancora avrà da vivere ma, che siano sereni…vi prego….aiutiamolo!

  Anna – Alessandra (su richiesta in commento forniamo numero tel. per contatti diretti)
www.aiutiamofido.org/

Image Hosted by ImageShack.us

Cercasi aiuti per questo cane

30/07/2008

Alcuni lo chiamano Speranzo…altri Rex:
QUESTO CANE E’ ARRIVATO DA ALCUNI GIORNI AL CANILE DI POMEZIA, E’ IN CONDIZIONI PIETOSE, FA DAVVERO IMPRESSIONE.
POVERINO CHISSA’ COSA HA PATITO IN STRADA, ANCHE IL SUO COMPAGNO STA MALE MA ALMENO HA IL PELO.

MOLTI DI VOI CI HANNO CHESTO NOTIZIE, CI SCUSIAMO PER IL RITARDO, SAPPIAMO CHE IN MOLTI L’AVEVANO PRESO A CUORE QUANDO ERA IN STRADA,  ALCUN ANIMALISTI E VOLONTARI DI ARDEA LO AVEVANO SEGNALATO DA TEMPO, ALCUNI  TROVAVANO SANGUE A TERRA. DOPO CHE LUI POVERINO ERA STATO SDRAIATO DI NOTTE. LA PELLE PERDEVA SANGUE, E’ ARRIVATO IN CONDIZIONI PIETOSE.
CI AUGURIAMO CHE ANCHE LUI COME SPERANZA, CHE RICORDERETE TUTTI, RIESCA A RECUPERARE LA SUA DIGNITA’.  VI TERREMO AGGIORNATI, SIAMO SEMPRE IN EMERGENZA, AIUTATECI NON CE LA FACCIAMO PIU’ A SOSTENERE LE SPESE DELLE TANTE EMERGENZE.
PRESTO INSERIREMO ALTRI AGGIORNAMENTI NEL SITO,
INVITIAMO CHI NON L’AVESSE FATTO A FIRMARE LA PETIZIONE NELLA PRIMA PAGINA, AIUTATECI AD EVITERE LE DEPORTAZIONI!!
GRAZIE
FRANCESCA – sansonetto@alice.it
W W W.CINOFILIMARILU.IT

Free Image Hosting at www.ImageShack.us clicca sull foto x ingrandire!

NO all’ABBANDONO !

28/07/2008
1 SETTIMANA
Oggi è una settimana che sono nato !!!Che allegria … Essere arrivato in questo mondo !!!

1 MESE
La mia mamma mi accudisce molto bene …E’ una madre esemplare …

2 MESE
Oggi mi hanno separato dalla mia mamma …Era molto inquieta e con i suoi occhi mi ha detto ‘addio’con la speranza che la mia nuova ‘famiglia umana’mi sappia accudire come lei ha fatto con me.

4 MESE
Cresco rapidamente,tutto richiama la mia attenzione …Ci sono molti bambini in questa casa,che sono per me come dei ‘fratellini’.Sono molto gentili con me,giochiamo insieme con una palla che mordo solo per gioco …

5 MESE
Oggi la mia padrona mi ha castigato,si è arrabbiata perchè ho fatto pipì in casa …( Nessuno mi ha mai detto dove farla !!! )
6 MESE
Sono un cane felice.Ho il calore di un focolare mi sento sicuro e protetto.Credo che la mia ‘famiglia umana’mi ami molto !!!Quando loro sono a tavola invitano anche mee il cibo che mi dannolo sotterro nel cortile.

12 MESE
Oggi compio un anno sono un cane adulto e i miei padroni dicono che sono cresciuto di più di quello che speravano .Devono essere molto orgogliosi di me !!!

13 MESE
Oggi non mi sento molto bene …Non sono per niente in forma,il mio ‘fratellino’ ha preso e tirato la palla e siccome nessuno può toccare i suoi giocattoli non vedo perchè lui debba toccare il mio …Così gli sono andato alle spalle e l’ho morso !!!I miei denti sono forti e senza volerlo gli ho fatto male !!!Dopo questo spavento mi hanno presoe legato ad una catena che non mi permette nemmeno di muovermi …Mi hanno detto che sono un ingrato e mi devono tenere sotto osservazione …
15 MESE
Tutto è cambiato,ormai vivo prigioniero della catena nel cortile,mi sento molto solo …La mia ‘famiglia umana’ non mi vuole più.A volte si dimenticano che ho fame,sete e quando piove un tetto che mi ripari …

16 MESE
Oggi mi hanno tolto la catena,che bello !!!Che mi hanno perdonato ?!?Sono tanto contentoche salto dalla gioia.Vedo la macchina. Mi porteranno a passeggio con loro !?!Ecco! Saliamo sull’auto …Mah !!!Quanta strada !!!Ci siamo fermati … Mi hanno aperto la portiera …Finalmente posso correre felice !!!Però non capisco come mai hanno richiuso la portiera e siano ripartiti …Speriamo che non si dimentichino di me !!!Comincio a correre dietro l’auto …Ma non si fermano !!!Ho capito … MI HANNO ABBANDONATO…
17 MESE
Ho cercato, invano, la strada per tornare a casa,ma ormai sono convinto di averla persa !!!Alcune persone di buon cuore mi guardano con tristezza e mi danno qualcosa da mangiare.Li ringrazio dal profondo dell’anima … Ma vorrei che mi adottassero …Mi dicono solo ‘povero cagnolino … Ti devi essere perso’ ..

18 MESE
L’altro giorno sono passato vicino ad una scuola,e ho visto tanti bambini …Molti ragazzi, come i mie ‘fratellini’.Mi sono avvicinato a loro e ridendo hanno cominciato a tirarmi delle pietre …Una di quelle mi ha colpito l’occhio …E da quel momento non ho più visto …

19 MESE
Sembra quasi impossibile,ma quando ero un bel canele persone avevano compassione di me …Ora che sono debole, con un aspetto poco raccomandabile,senza un occhio,le persone mi prendono a calci e mi lasciano nell’ombra…

20 MESE
Quasi non riesco più a muovermi. Ho attraversato una strada dove passavano delle auto,e una di queste mi ha investito;pensavo di essere in un posto sicuroe invece non posso dimenticaregli sguardi di soddisfazione dell’autista.Il dolore è terribile,le mie zampe posteriori non rispondono più e con difficoltà mi sono trascinato in uno spiazzo …Sono già 10 giorni che vivo nascosto ai raggi del sole senza cibo …Non riesco a muovermi,sono in un posto umido emi sembra perfino che il mio pelo stia cadendo. I miei unici compagni sono freddo e pioggia …Alcune persone mi passano vicino come se non mi vedessero …Una forza strana mi fa aprire l’occhio,sento una voce dolce che mi fa reagire:’povero cagnolino, come sei ridotto’ …Vedo l’ombra di una signora accompagnatada un signore che indossa abiti bianchie rivolgendosi alla signora dice’ sono spiacente signora, ma per questo cane non c’è rimedio, la cosa migliore è che smetta di soffrire ‘.Con gli occhi pieni di lacrime la signora gentile acconsente …Sentii solo il pungere dell’iniezione e …

MI ADDORMENTAI PER SEMPRE,PENSANDO A PERCHE’ NACQUI,SE NESSUNO MI AVREBBE VOLUTO…NO ALL’ABBANDONO!

 NOI TUTTI CONTRO L'ABBANDONO DEGLI ANIMALI! Partecipa anke tu preleva un gadget per il tuo spazio web.. grazie by marnu e i mici

[Cameri-NO] Cerca casa: Candy 12 anni: caso del cuore!

28/07/2008

MASSIMA DIFFUSIONE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

 

PUBBLICATE SU TUTTI I SITI E GIORNALI…….GRAZIE

 

NEL NOSTRO RIFUGIO DA MARZO 2007: queste foto dimostrano la vita di questa piccola tutti i giorni nella stessa posizione e con lo stesso sguardo….aiutiamola

 

Calma ora Candy Candy è una dolcissima labrador/maremmana di 12 anni, vissuta per anni in un canile lager di Roma.

La volontaria che l’ha salvata ha fatto un lungo viaggio per poterle dare la libertà che si merita ma purtroppo questo non è ancora successo. Da quando è arrivata nel nostro rifugio abbiamo fatto di tutto per metterla a suo agio ed aiutarla a superare le sue paure ma purtroppo solo pochissimi passi sono stati fatti. Passa tutte le sue giornate rintanata in cuccia, spesso troviamo anche i suoi bisogni dentro….Ha delle unghie lunghissime che le tagliamo regolarmente visto che non cammina molto e i muscoli delle zampe posteriori che non esistono più…E’ molto molto buona si fà fare di tutto e con gli altri cani va d’accordo senza problemi. Ha bisogno di una persona che le possa dedicare tutto il tempo necessario per farle passare le paure anche se ci vorrà tanto tempo….una persona che abbia voglia di darle amore tanto amore…insomma un angelo che le voglia regalare gli ultimi anni in libertà in un bel giardino dove possa camminare quando ne ha voglia e magari di un amico a quattro zampe che le dia questo coraggio. Siamo sicuri che possa riprendersi una volta fuori dalla gabbia vedendo tutti i giorni la stessa persona. Candy Candy attende un miracolo spero che qualcuno voglia farlo avverare. La portiamo in tutto il nord d’italia purchè adozione seria e controllabile nel tempo.

Vi prego aiutatemi a cercarle una casa e a darle amore per gli ultimi anni che le rimangono……..

 

Per adozioni e informazioni:

Sabrina 339/8380232 amministrazione@ara-ricambi.it

Claudia 338/6885537 (ore serali)

Daniela 338/6226280 ielo.daniela@libero.it

Free Image Hosting at www.ImageShack.usclicca sulla foto per ingrandire!

La storia di Love

27/07/2008

Ricevo e pubblico (un pò in ritardo rispetto al giorno di ricezione.. mi scuso!!):

*" LOVE "**  **rottweiler da sopprimere*

Dolcissima rott abbandonata in strada perché gravemente malata ……. Non ha il diritto di essere curata , così ha deciso la sua famiglia !! Così prevede anche la legge !! Vanno curati solo animali feriti ma non quelli malati !! Le autorità competenti decidono per la soppressione di **LOVE** .
La piccola non è pronta per morire …… ha ancora voglia di vivere …… ha ancora voglia di giocare  ……. ha ancora tanta fiducia nonostante che il tumore che le devasti la bocca . **Love** è piena di vitalità !!! A
dispetto della istituzioni che hanno deciso di eliminarla…..  **Love** con i suoi occhi penetranti  e dolcissimi chiede aiuto . Il suo sguardo grida   "LASCIATEMI  VIVERE  " . Non si può non ascoltare questo grido d’aiuto .
Qualcuno ha udito , ha tutelato **Love** bloccando con tutte le sue forze la soppressione della dolce cagnolona . Salvata dall’eutanasia , un team di veterinari stanno programmando un intervento per asportare " il mostro " dalla bocca di **Love** e ricostruire parzialmente la mandibola .  Dopo ci saranno cicli di chemioterapia per tempi non ancora prevedibili. **Love** è pronta a combattere questa grande lotta per la vita !! Noi la aiuteremo in questa sua battaglia !! **Love  **ha tanta voglia di vivere e sicuramente
questo l’aiuterà a superare le sofferenze da sopportare . **Love** vivrà per il tempo a lei destinato………..
Mi rivolgo al mondo animalista , che mai potrebbe rimanere indifferente a questa storia, fate girare il più possibile quest’appello . **Love** ha bisogno di tutti noi !! Noi sicuramente ci saremo.
Love sarà da esempio per unirci e combattere questa legge infame che non permette di curare gli animali malati. La storia di **Love** è uscita fuori, ma quanti di loro, giorno dopo giorno, vengono soppressi .Non lo possiamo più permettere , la crudeltà umana va sconfitta ……  La crudeltà va soppressa e non certo i poveri animali sfortunati. Con **Love** forse abbiamo vinto una piccolissima battaglia , uniamoci tutti per vincere una guerra. **Love** vi abbraccia con grande riconoscenza.
Amoroso Rosa

[2° APPELLO SU LOVE]:
*URGENTE !!!  FATE GIRARE IL PIU’ POSSIBILE*

Amici volontari ancora una volta ho bisogno del vostro aiuto . Mi ritrovo con un’altra grave emergenza , neanche questa volta ho potuto girare lo sguardo . Una dolcissima rott è molto malata , ha un sarcoma in stato avanzato . La vostra solidarietà e la vostra sensibilità contribuiranno a salvarla . Ha urgente bisogno di un intervento per asportarle il tumore e dopo va curata con cicli di chemioterapie. Si prevede una degenza lunga ed onerosa . In trasparenza e serietà esibirò la ricevuta delle spese cliniche della sfortunata cagnolona . Sicura del vostro valido appoggio vi ringrazio dal profondo del cuore  . Un caro saluto a tutti voi.*
Coordinate Bancarie
Banca: BANCA POPOLARE DI BARI
Filiale: FILIALE DI FRATTAMAGGIORE LEOPARDI – VIA G. LEOPARDI, 18/20
80027 FRATTAMAGGIORE NA
Intestatario : AMOROSO ROSA
ABI: 05424
CAB: 39891
Conto Corrente: 000010000905
CIN ABI*V*
* IBAN *
* IT25V0542439891000010000905*

*POSTPAY N °
**4023600449540972*

[3° AGGIORNAMENTO LOVE]
Carissimi amici ed amiche volontarie vi comunico la situazione attuale della nostra amata Love. A 21 giorni dall’intervento posso affermare che la piccola ha superato abbastanza bene i postumi operatori. Dopo i primi giorni difficili in cui la prognosi era riservata la piccola ha dato segnali positivi fino ad alzarsi sulle zampe ed a mangiare da sola. Ha vinto la sua prima piccola battaglia!!! Adesso dobbiamo continuare ad assicurarle le cure di cui necessita , siamo in attesa delle risposte dell’esame istologico che farà decidere se fare la chemioterapia. Vi prego di essere come sempre solidali a far girare l’appello il più possibile. Love ha bisogno di tutti noi!!! Vi allego di seguito le foto attuali della dolce Love anche se
ancora un pò debilitata fisicamente mostra tutta la sua gioia di vivere .
Inoltre allego il resoconto delle spese cliniche sostenute (verranno inviate per e-mail a chiunque fosse interessato), dal 16 Giugno 2008 al 16 Luglio 2008, della vostra piccola protetta. Certa della vostra valida collaborazione vi ringrazio con riconoscenza e vi saluto cordialmente. Un bacio a tutti Voi dalla piccola Love.

Foto: Love prima e dopo l’intervento. L’ultima foto è Love oggi!

 

 

 


Petizione per Gragnano

27/07/2008

Ricevo e pubblico:

GRAGNANO EMERGENZA

16 Febbraio 2001 – Gragnano – Il RIFUGIO è costretto a chiudere. Il sindaco di Gragnano, Michele Serrapica, con un comportamento inqualificabile e del tutto insensibile ingiunge all’ADDA di lasciare l’area adibita a canile e si rifiuta di concedere all’associazione anche un minimo aiuto economico, che le avrebbe permesso di continuare la benemerita attività. Dopo tante battaglie, manifestazioni, sacrifici di tanti volontari, quando finalmente si era riusciti a ristrutturare il rifugio, ad ottenere le prescritte autorizzazioni sanitarie, ad attrezzare un ambulatorio per le sterilizzazioni, quando tutto sembrava andare per il meglio, è arrivata l’assurda decisione e si è costretti a chiudere tutto.  

Passiamo direttamente ai giorni attuali risparmiando l’orrore vissuto

18 LUGLIO 2008 Gli appelli fioccano, del tipo: "ORRORE! MA IN CHE PAESE VIVIAMO??? GRAGNANO NAPOLI-SPETTRI-INCUBO O REALTÀ?????VI PREGO…QUALCUNO AIUTI QUESTO CANE E GLI ALTRI DANNATI!!! MAI VISTO UNA COSA SIMILE….MA NON SI VERGOGNANO I CITTADINI DI QUESTO PAESE???MA PERCHÈ NON FANNO NIENTEEEEEEEE"

Oppure: "URGENTISSIMO: CARI VOLONTARI, MI CHIAMO ELENA E SCRIVO DA SORRENTO.DOMENICA SONO PASSATA PER GRAGNANO E LA SITUAZIONE E’ MOLTO GRAVE: CI SONO CANI RANDAGI OVUNQUE, MOLTI MAGRISSIMI TRA I RIFIUTI, MOLTI ALTRI, SPECIALMENTE CUCCIOLI VAGANO SULL’AUTOSTRADA VICINA. HO VISTO ANCHE PIU’ DI 10 CANI, TRA CUI ANCHE CUCCIOLI, MORTI PER STRADA.VI PREGO, FACCIAMO QUALCOSA"

complimenti istituzioni fantasma.  

Il sindaco di Gragnano  MICHELE  SERRAPICA  e la giunta al link http://gragnano.asmenet.it  il consiglio http://gragnano.asmenet.it  per avere l’onore di conoscere i nomi delle persone sensibili che guidano il paese.

Indirizzi email del comune per chi volesse chiedere chiarimenti o esprimere pareri a riguardo.
anagrafe@comune.gragnano.na.it
sociali@comune.gragnano.na.it

ediliziaprivata@comune.gragnano.na.it
elettorale@comune.gragnano.na.it
settorefinanziario@comune.gragnano.na.it
(quello che ha tagliato i fondi?)

llpp@comune.gragnano.na.it

ragioneria@comune.gragnano.na.it
servizioscuola@comune.gragnano.na.it

Comune di GRAGNANO – VIA V. VENETO 15  – Tel. 081.8732111

Servizio Veterinario "Igiene Urbana E Benessere Animale" Area D
Via Acquasalsa, 2 – 80045 Pompei (Na)
Tel : 0815352662 – Fax : 0815352664
e-mail : aslnapoli5_siuba@libero.it
Direttore: Dr. Luciano Scatola

Questo quanto, chiediamo umilmente in nome della sofferenza e di questi animali ridotti all’osso della misera vita che elemosinano di protestare tutti e numerosi agli indirizzi del comune e della asl riportati nella mail e di fornirne di nuovi se ci sono sfuggiti, perché solo tutti uniti potremo sconfiggere la sofferenza gratuita, e che i fondi siano indirizzati ai bisognosi e non alle tasche di gente vuota e cattiva.

Sempre a questo proposito vi invito a firmare la petizione:

http://www.firmiamo.it/gragnanocaniinpuntodimorte

Per far sì che le firme vengano inviate alle autorità che intervengano come loro dovere e come impone la legge, sollevando e aiutando i poveri e disperati volontari allo stremo delle forze che vendono l’anima per aiutare gli animali in difficoltà così coprendole istituzioni assenteiste.
Chi reputa che una cosa sia giusta deve anche farla…….
Grazie a tutti.
Barb

Cani italiani trasferiti in Svizzera e poi uccisi

27/07/2008

Ricevo e pubblico:

Care amiche, cari amici

Nel canile SOS-Tierheim della cittá Gunzwil sono stati uccisi 24 cani provenienti dall’Italia. Motivazione: la capacitá del canile era superata, dovevano diminuire, e i cani randagi italiani non si riusciva a piazzare.
Il link telezueri porta alla puntata del tg, ma essendo in svizzero tedesco, un dialetto difficile da capire, non ho potuto afferrare tutto.
A quanto pare, l’associazione Vier Pfoten gli aveva offerto dell’aiuto, ma non l’hanno accettato. Il canile sostiene che andavano uccisi questi cani, non ho capito bene (perché non parlo tedesco svizzero, non é facile da capire) per quale motivo, forse per salute o problemi comportamentali. In ogni caso il veterinario delle "asl" ha replicato che non c’era motivo per uccidere tutti questi cani. L’associazione Vier Pfoten ha sporto denuncia.

In Svizzera (al contrario della Germania, dove per uccidere un cane in un canile si deve dimostrare gravi motivi) l’uccisione dei cani nei canili non é veramente vietata. Non si dovrebbe… ma.
Sarebbe bene riuscire a risalire CHI qui dall’Italia ha mandato cani in tale regione, mi pare sia dalle parti di Zurigo.

Vorrei ribadire: non ha senso mandare un cane all’estero, se va a finire in un canile. Mandate cani solo se avete una famiglia definitiva, e riassicuratevi che ci sia almeno per alcuni mesi qualche controllo sulla
famiglia che ha adottato il cane!!!! Le adozioni all’estero vanno benissimo, ma non devono avvenire all’acqua di rose! Si a famiglie controllate, no a canili in paesi, dove l’uccisione degli animali nei canili non é vietata!!! Inutile fa cadere gli animali dalla padella nella brace!

Canile incriminato:
*
http://www.sos-tierheim.ch/index.html*>
<
http://www.sos-tierheim.ch/index.html>
gestori: Dieter e Erika Dilger

ciao
Cornelia

Comunicati LAV

27/07/2008

ESTATE, LAV: PER PROTEGGERE LA VOSTRA PELLE SCEGLIETE SOLARI NON TESTATI SU ANIMALI: PENSATE ANCHE ALLA LORO PELLE! DISPONIBILE SU WWW.LAV.IT LA NUOVA “GUIDA AL NON TESTATO SU ANIMALI”

Per l’estate 2008 la LAV invita a orientare i nostri consumi verso prodotti solari non testati su animali, scegliendo così di salvaguardare la propria pelle e quella degli animali. Anche i solari, come tutti cosmetici, possono essere sperimentati su animali. Ogni anno, infatti, migliaia di animali muoiono sfigurati, bruciati e intossicati a causa dei test, nonostante siano già disponibili circa 10.000 sostanze utilizzabili dall’industria cosmetica per formulare i propri prodotti e nonostante la possibilità di utilizzare efficaci e non cruenti metodi alternativi.
“Acquistare prodotti non testati su animali è una scelta etica ed una garanzia in più per la pelle di adulti e bambini – dichiara Michela Kuan, responsabile LAV settore Vivisezione – Per orientarsi nella scelta, sul sito internet della LAV ( http://www.lav.it/index.php?id=715)
è possibile consultare la nuova “Guida al non testato”, aggiornata con le nuove adesioni di aziende cosmetiche, tra le quali alcune che hanno in catalogo una linea di solari, già aggiornati con i nuovi filtri fotostabili.”
Il 2009 sarà un anno cruciale per la sorte degli animali utilizzati a fini sperimentali: entrerà in vigore il bando per la maggior parte dei test su animali nella produzione e commercializzazione di cosmetici. Per il divieto totale dell’uso di animali in questa area di applicazione bisognerà aspettare il 2013. In attesa di questa data, si può scegliere consapevolmente attraverso la nuova “Guida al non testato” della LAV (http://www.lav.it/index.php?id=715).
Le aziende inserite nella Guida hanno aderito allo Standard Internazionale “Non Testato su Animali”: si tratta dell’unico disciplinare riconosciuto a livello internazionale in grado di indicare ai consumatori le aziende produttrici di cosmetici che hanno deciso di non contribuire alla sperimentazione animale, impegnandosi a non commissionare e a non effettuare test su animali sul proprio prodotto e sulle materie prime che lo compongono.
Lo Standard Internazionale “Non testato su animali” è un’iniziativa unitaria delle 50 più importanti associazioni antivivisezioniste e animaliste nel mondo. La LAV, che lo gestisce in Italia, ha stilato un accordo con ICEA, Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale: unico ente riconosciuto per garantire la conformità delle aziende ai principi dello Standard.
La sottoscrizione di un’azienda allo Standard impegna la stessa a non effettuare né commissionare test su animali per i suoi prodotti e materie prime a partire da una data precisa. Se tutte le aziende sottoscrivessero lo Standard, automaticamente cesserebbero i test cosmetici su animali poiché tutte le aziende utilizzerebbero le materie prime già esistenti per formulare i propri prodotti.
Ufficio Stampa LAV  06 4461325 – 339 1742586
www.lav.it

CACCIA: REGIONE LOMBARDIA IGNORA INCREDIBILMENTE CORTE COSTITUZIONALE E APPROVA NUOVAMENTE “DEROGHE” PER SPARARE A SPECIE PROTETTE.

LAV: CHIEDE DISAPPLICAZIONE DELLA LEGGE E AVVIA AZIONE LEGALE PER ABUSO D’UFFICIO.

 

Ieri, martedì 22 luglio, il Consiglio Regionale della Lombardia ha nuovamente approvato la legge regionale che consente di cacciare “in deroga” specie protette dall’Unione Europea. Nonostante la Corte Costituzionale con sentenza n. 250 del 4 luglio, abbia sonoramente dichiarato illegittima la legge quadro lombarda n.2 del 2007 che consentiva di introdurre tramite “deroghe” specie protette nel calendario venatorio, ieri è stato ripresentato il progetto di legge che determina le quantità delle singole specie cacciabili e, per aggirare la sentenza costituzionale, i consiglieri regionali filo-venatori hanno modificato articolo per articolo la proposta di legge portando all’approvazione di un nuovo testo.

Rispetto allo scorso anno, viene triplicato il numero di esemplari cacciabili per le specie peppole e fringuello, raddoppiato per la specie storno: in Lombardia potranno praticare l’attività venatoria anche cacciatori non necessariamente residenti sul territorio regionale

“Il Consiglio Regionale della Lombardia è in pieno delirio legislativo – dichiara Simone Pavesi, coordinatore LAV Lombardia – C’è un’assoluta mancanza di rispetto della Costituzione e delle regole basilari dello stato di diritto. Questi gravi abusi sulle disposizioni comunitarie e nazionali ci costringono a portare la questione lombarda all’attenzione della Direzione Generale Ambiente della Commissione UE e presenteremo formale reclamo innanzi alla Corte di Giustizia Europea al fine di avviare una nuova procedura di infrazione in materia venatoria verso l’Italia.”

“Data la reiterazione di violazioni in materia di tutela della fauna selvatica che denotano un preciso disegno criminoso  – continua Pavesi- chiederemo all’autorità giudiziaria di accertare le eventuali responsabilità penali nei confronti dei singoli consiglieri regionali che hanno proposto e votato a favore di simili gravi provvedimenti”.

“Data l’abnormità di questi atti, in palese contrasto con la normativa di rango superiore in materia – conclude Pavesi – invitiamo le Province, gli operatori di polizia giudiziaria e i cacciatori ad astenersi dall’applicazione di questa legge per non essere a loro volta coinvolti in azioni che saranno perseguite penalmente”.
Il Consiglio ha approvato anche un altro provvedimento che consente l’allevamento e la cattura  di animali della stessa specie, da utilizzare nella vergognosa pratica della caccia con “richiami vivi”; migliaia di animali costretti in minuscole gabbie in palese condizioni di sofferenza verranno vigliaccamente utilizzati come trappole per i propri simili. Complessivamente potranno essere utilizzabili a tale scopo 46mila e 818 animali. Solo nella provincia di Brescia potranno essere sfruttati 20mila animali, nella provincia di Bergamo 18.100 mentre a Lecco-Sondrio 5.073.

Ufficio Stampa LAV Lombardia: cell.320.4788075 – lav.lombardia@infolav.org
Ufficio Stampa LAV Onlus: tel. 06.4461325 – 329.0398535 – 339.1742586 
www.lav.it

GELA (CL), CORSA CLANDESTINA DI CAVALLI BLOCCATA DALLA POLIZIA: 60 PERSONE DENUNCIATE, 2 CAVALLI SEQUESTRATI E SCOMMESSE PER 1700 EURO

PLAUSO DELLA LAV AL QUESTORE, DOTT. MARINO ED AL DIRIGENTE DEL COMMISSARIATO DI GELA, DOTT. BELLOMO: OPERAZIONE DI ALTO PROFILO INVESTIGATIVO CHE STRONCA SUL NASCERE GLI INTERESSI DELLA ZOOMAFIA NELL’AREA SUD DELLA PROVINCIA NISSENA

Brillante intervento della Polizia di Stato contro le corse clandestine di cavalli che si svolgono nelle arterie stradali nell’area del gelese, al confine con la provincia di Ragusa. Questa volta il blitz è avvenuto lungo l’autostrada Catania-Siracusa nei pressi di Gela: alle quattro del mattino di domenica scorsa gli agenti del Commissariato di Polizia di Gela (Caltanissetta) hanno fatto irruzione nella strada ancora non aperta al traffico veicolare, bloccando una competizione al galoppo. 60 le persone denunciate alla Magistratura (alcune delle quali con precedenti per mafia) di cui 15 indagati come organizzatori della gara clandestina e per il reato di favoreggiamento; 2 cavalli sequestrati e sottoposti ad analisi antidoping (sul posto sono infatti stati rinvenuti medicinali); 1.700 euro in contanti di scommesse scoperti grazie a due poliziotti infiltrati nella gara.
"Le corse clandestine di cavalli costituiscono per la criminalità organizzata un sicuro e redditizio investimento dei propri illeciti introiti economici – ha dichiarato Ciro Troiano, responsabile dell’Osservatorio Nazionale Zoomafia della LAV – come testimoniato dalla presenza di noti pregiudicati legati agli ambienti della criminalità, identificati dalla Polizia. Una sola corsa può fruttare fino a 50.000 euro e vede coinvolte nell’organizzazione varie persone ognuna con precisi compiti: fantini, stallieri, allibratori, scommettitori. Tutte le corse non possono svolgersi senza un ferreo controllo malavitoso del territorio. Per questo gli interventi messi in atto dalla Polizia sono doppiamente utili, sia sul piano della repressione dello sfruttamento degli animali (spesso drogati e fatti correre in tracciati inidonei e pericolosi) sia per il ripristino della legalità in aree ad alta densità criminale".
"Il problema delle corse clandestine dei cavalli è purtroppo diffuso in Sicilia soprattutto nell’area iblea; non è un caso, infatti, che tra gli spettatori della gara clandestina bloccata a Gela vi fossero soggetti provenienti da Vittoria (Ragusa). Questo ci fa temere – dichiara Ennio Bonfanti, responsabile nisseno della LAV – che senza il provvidenziale intervento di contrasto della Polizia di Gela vi sarebbe stato il fondato rischio di attirare nel nisseno soggetti malavitosi e "bookmaker" che operano nella zona orientale della Sicilia. Nel settore, infatti, si assiste frequentemente a movimenti di "cavaddari" da una provincia all’altra; poiché nelle province di Siracusa e Catania i Prefetti hanno vietato qualsiasi corsa di cavalli e palio paesano proprio per motivi di pubblica sicurezza e nel Ragusano sono state avviate indagini sulle infiltrazioni mafiose del palio di Acate, è evidente che adesso si cerchino altre aree più "tranquille" dove "trapiantare" queste attività illecite ed il loro corollario di interessi malavitosi".
Per questo la LAV continua a sostenere il divieto di palii paesani che già nel 2003 l’allora Questore Filippo Piritore vietò a Niscemi ed in tutta la Provincia di Caltanissetta. Lo stesso Ministero dell’Interno, nel "Rapporto annuale sulla criminalità organizzata" di qualche anno fa, in relazione all’area di Gela e Niscemi, affermava che "Le corse ippiche clandestine, svolte all’alba, nelle vie periferiche di Catania, a seguito dell’intensificarsi dei controlli da parte delle forze di polizia, vengono organizzate nelle superstrade delle zone di Gela…".
"La LAV plaude per la brillante operazione della Polizia e per l’impegno del Questore di Caltanissetta, dott. Guido Marino, e del Dirigente del Commissariato di P.S. di Gela dott. Angelo Bellomo – prosegue Troiano – ai quali va rivolto l’apprezzamento per un’operazione di alto profilo investigativo. A tutti gli agenti protagonisti di questo nuovo successo và tutta la nostra gratitudine per avere stroncato sul nascere gli interessi della zoomafia nell’area sud della provincia nissena. La LAV si augura che ai personaggi coinvolti nello sfruttamento dei cavalli vengano applicate le pene massime della legge 189/2004 contro il maltrattamento degli animali: chiunque promuove, organizza o dirige competizioni non autorizzate tra animali è punito con la reclusione da uno a tre anni e con la multa da 50.000 a 160.000 euro; aumento di un terzo se sono presenti minorenni o persone armate o con promozione attraverso video, nonché reclusione da tre mesi a due anni e multa da 5mila a 30mila euro per l’effettuazione di scommesse".
Palermo-Caltanissetta, 22 luglio 2008
www.lav.it  – http://www.lavsicilia.it
Info: Osservatorio Zoomafia: cell. 320.4730679  –
www.lav.it/index.php?id=183

CACCIA, L’ASSESSORE LA VIA FIRMA IL DECRETO BONFANTI (LAV): "UN ABERRANTE ATTACCO ALLA NATURA, UN REGALO ALLE DOPPIETTE CHE PRODURRA’ QUASI 800 MILA VITTIME AL GIORNO"

L’Assessore regionale all’Agricoltura on. Giovanni La Via ha firmato il decreto che da il via alla stagione venatoria in Sicilia sin dal 1° settembre 2008, con un’irresponsabile apertura anticipata in deroga alla legge statale che prevede invece la data della terza domenica di settembre: un ottimo regalo ai 53mila cacciatori siciliani, una micidiale condanna a morte per centinaia di migliaia di animali tra cui specie endemiche e minacciate come la lepre italica.
"Con il decreto dell’Assessore La Via per la Sicilia si preannuncia una stagione venatoria sanguinaria – dichiara Ennio Bonfanti, responsabile "fauna" della LAV Sicilia-: questo provvedimento rappresenta un aberrante attacco alla natura; basti solo pensare che, secondo il calendario assessoriale, ogni cacciatore potrà uccidere 15 animali al giorno, ovvero 795mila (!) animali al giorno per l’insieme delle doppiette siciliane".
"Con la drammatica situazione ambientale in atto (incendi, siccità, inquinamento, rarefazione delle popolazioni selvatiche, ecc.) la Regione non ha avuto il buonsenso né di sospendere la caccia né di approvare quei correttivi alle norme regionali a tutela del patrimonio faunistico – ricorda Bonfanti – come proposto dalla LAV da anni con continui appelli del tutto ignorati dall’Assessore La Via, che ha anche cancellato quelle innovazioni positive introdotte a suo tempo dall’ex Assessore on. Giuseppe Castiglione, oggi presidente della Provincia di Catania".
Secondo la LAV il calendario approvato oggi è figlio di quella politica estremista "filodoppiette" finora attuata dalla Regione: norme troppo permissive che consentono di sparare sempre e ovunque. Per legge almeno il 60% del territorio agro-silvo-pastorale di ogni provincia deve essere obbligatoriamente destinato alla libera caccia ed ogni cacciatore può entrare nei fondi privati anche contro il volere del proprietario (art. 842 del codice civile). In Sicilia si può sparare 5 giorni a settimana da un’ora prima del sorgere del sole fino al tramonto, quindi in condizioni di visibilità precarie.
19.07.2008
www.lavsicilia.it