Varese: nasce l Associazione onlus “I gatti di nonna Olga”

by
E’ stata presentata in questi giorni la neonata Associazione onlus I Gatti di Nonna Olga. Presenti il Presidente, Livia Soriente, il vice-presidente Stefano Cenacchi e, ovviamente, Nonna Olga, al secolo Olga Scremin, Presidente Onorario.
L’obbiettivo di questa onlus è quello di sostenere in modo istituzionale l’attività decennale di Nonna Olga, paladina dei gatti abbandonati, vittime di incidenti o semplicemente di nessuno. Il progetto che l’associazione sostiene è quello di avere finalmente a Varese o dintorni un rifugio temporaneo per i gatti in emergenza, in attesa di ricollocarli presso una famiglia affettuosa.
 
Anche se meno visibile rispetto al problema dei cani randagi, quello dei gatti sta dilagando nella nostra provincia: ogni giorno l’associazione riceve telefonate di casi disperati (cucciolate buttate via come rifiuti, gatti investiti, inquilini che lasciano casa e "dimenticano" il gatto segregato senza acqua nè cibo, mici maltrattati…)
La presenza dell’associazione su Facebook (I gatti di Nonna Olga) e, spesso, sui quotidiani locali accentra ancora di più le chiamate di varesini che sperano di trovare in Nonna Olga una soluzione. Per quanto ci si spenda correndo da veterinari amici, cercando famiglie che temporaneamente prendano in affido i gatti e intervenendo economicamente per dare una mano a tutti quelli che collaborano a tamponare questa enorme falla, una soluzione ancora non c’è: non esite un luogo protetto dove sistemare questi animali per il tempo necessario a ritrovare la loro famiglia persa o trovarne una nuova.
 
Serve un rifugio, tra l’altro contemplato dall’ottima Legge Regionale 33/2009. Serve una collaborazione tra Comuni che metta a disposizione un terreno e un minimo di infrastrutture. Al resto penserebbe l’associazione, con i suoi fondi e i suoi volontari, auspicando nella preziosa collaborazione di altre associazioni animaliste della zona.
 
varesenews.it
Annunci

5 Risposte to “Varese: nasce l Associazione onlus “I gatti di nonna Olga””

  1. amicididiana Says:

    ::OK ANIMALI::.[..] Fonte: http://okanimali.splinder.com/ GIOVEDÌ, 05 AGOSTO 2010Varese: nasce l Associazione onlus"I gatti di nonna Olga" E' stata presentata in questi giorni la neonata Associazione onlus I Gatti di Nonna Olga. Presenti il P [..]

  2. stefanover Says:

    complimenti !ben fatto !

  3. anonimo Says:

    Bella iniziativa, però, come vedo scritto, la soluzione ancora non c'è. Nella provincia di Varese non esistono gattili. Sono alle prese con un grosso problema di gatti: è il caso di uno sfratto ad una persona, che se n'è andata lasciando dei gatti prigionieri in soffitta. L'ho scoperto per caso, altrimenti sarebbero morti di fame. Sono 5-6 o forse di più. Uno sono riuscita a prenderl e a portare da un veterinario per la sterilizzazione, ma non può essere tenuto lì, devo andare a riprenderlo per riportarlo nel suo ambiente, cioè la soffitta. La casa non è abitata durante la stagione invernale. Anch'io sono una villeggiante, ci sto al massimo 4-5 giorni in agosto e qualche giornata durante gli altri mesi estivi. Sto andando tutti i sabati solo per dar da mangiare ai gatti. Ma questa situazione non è gestibile, sia perchè non posso farmi 300 km. ogni sabato per andare a Laveno Mombello a dar da mangiare ai gatti, sia per questioni economiche e di tempo, sia perchè la casa non è vivibile durante i mesi freddi non essendoci il riscaldamento. Varie associazioni di Varese sono state avvisate, tante belle parole ma, in concreto, gli aiuti sono pochi, solo consigli, ma non è di questi che nè io nè i gatti abbiamo bisogno. Gatti dai 3 mesi in su non li vuole nessuno. Li devo lasciare lì a morire? A prolificare? A mangiare solo una volta la settimana (lascio comunque una scorta di cibo e acqua, però d'inverno gelerebbe). Devo passare tutti i weekend della mia vita a farmi questa sfacchinata un giorno la settimana? Io sono sola e ho già a casa mia 3 cani e 6 gatti. Non c'è più posto.

  4. anonimo Says:

    Salve.. scusi ho trovato 6 gattini e nn posso tenerli in casa dove potrei portarli?

  5. Fioredicollina Says:

    gentili u.a. scrivetemi un messaggio privato in modo che, se mi mandate dati e foto dei gattini posso farne un appello qui in questo blog! 
    Diversamente contattate il vs. Comune, c'è sempre un Ufficio che si occupa degli animali, anche se il Comune è piccolo si appoggia poi al canile/gattile + vicino!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: